Provincia di Caserta

OK della Regione al bilancio di previsione del Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano

Promozione a pieni voti per il bilancio di previsione 2015 del Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano presieduto dal Prof. Pietro Andrea Cappella.

A distanza di tre mesi dalla sua approvazione avvenuta quasi all’unanimità nell’ultima seduta del Consiglio dei Delegati, ora arriva anche il via libera definitivo da parte della Regione Campania al previsionale per l’anno in corso.

L’ok all’importante documento finanziario dell’Ente consortile è arrivato nei giorni scorsi con l’ammissione al visto di legittimità da parte del dirigente regionale del settore Interventi sul Territorio Agricolo-Bonifiche ed Irrigazioni Daniela Carella, sulla cui scrivania era giunto il bilancio all’indomani della sua definitiva approvazione avvenuta in occasione della seduta dell’assemblea consiliare svoltasi lo scorso 22 giugno.

Al termine di un’attenta disamina dell’intera documentazione a corredo della delibera, in primis degli allegati tecnici rappresentati dal bilancio annuale, dal bilancio pluriennale 2015-2017 e dal piano annuale delle opere, il competente settore regionale ha rilasciato il parere finale sul bilancio, non riscontrando alcuna anomalia né incongruenza di sorta, ma anzi approvandolo senza richiedere alcun chiarimento o spiegazione sulle varie voci in entrata o in uscita previste per l’anno 2015 e fedelmente riportati nel documento.

Così come verificatosi già in occasione del via libera al bilancio di previsione 2014 e del consuntivo 2013, anche il previsionale per l’anno in corso è stato ammesso al visto di conformità alle disposizioni regionali senza essere sottoposto ad un supplemento di istruttoria sulla base di delucidazioni chieste dai competenti uffici della Regione, a dimostrazione della estrema correttezza formale e procedimentale, ma soprattutto sostanziale, delle scelte sin qui operate dall’amministrazione Cappella e della bontà della gestione finanziaria e contabile del Consorzio avviata sin dal suo insediamento nel maggio 2011.

Nel certificare la regolarità degli atti ed il loro pieno rispetto della normativa in materia di bilanci, il settore Interventi sul Territorio Agricolo-Bonifiche ed Irrigazioni dell’Ente di palazzo Santa Lucia ha anche riconosciuto l’importante lavoro portato avanti fino ad oggi dall’amministrazione consortile, bocciando così in toto le osservazioni tecniche e politiche al bilancio fatte dalla minoranza durante l’ultimo consiglio.

Due le direttrici lungo le quali si sta sviluppando l’azione di gestione dell’ente consortile in questo esercizio finanziario, la prima riguardante il perseguimento di economie e risparmi in linea con la politica di razionalizzazione e diminuzione delle spese attuata sin dal suo insediamento dall’attuale maggioranza; la seconda tesa a migliorare i servizi resi al vasto bacino di utenza, l’incremento qualitativo e quantitativo degli interventi di manutenzione e di adeguamento della rete irrigua e delle opere idrauliche, al fine di soddisfare le esigenze dei consorziati e di avvicinare sempre di più il Consorzio agli agricoltori. In tale ottica, si collocano le principali scelte fatte quest’anno, ovvero il ripristino delle 101 e 151 giornate lavorative per i 124 operai stagionali che sono tornati così agli originari livelli occupazionali previsti nel contratto collettivo nazionale di categoria; e la conferma dei ruoli consortili rispetto al 2014 per gli oltre 26 mila utenti che non hanno subito alcun aumento in un periodo di grave crisi congiunturale e di forte crisi del settore agricolo.

La legittimità e la correttezza del nostro operato, oltre che la bontà e l’efficacia delle nostre scelte programmatiche, vengono ancora una volta – dichiara il Presidente Cappella –riconosciute e premiate dalla Regione Campania che, in sede di controllo, ha validato e approvato il nostro bilancio di previsione per l’anno 2015.  Al contrario, vengono clamorosamente smentite le Cassandre di turno che per settimane hanno parlato di conti non regola e di bilancio fasullo, così come ancora una volta i rilievi della minoranza, per non dire le accuse, si sono rivelati pretestuosi e falsi. Costoro seminano odio e diffondono maldicenze, noi continuano a lavorare per l’Ente e per i consorziati che vengono prima di tutto. È a loro che rispondiamo del nostro operato che è improntato quotidianamente al pieno soddisfacimento delle esigenze e dei bisogni degli utenti, fornendo sempre maggiori servizi, pur nelle difficoltà oggettive che ancora oggi riguardano il Consorzio“.

(Comunicato Stampa)

 

Condividi!