Caserta

Ricorso contro il Comune di Caserta per la rimozione dell’edicola in via Mazzini

E’ un altro pezzettino di storia cittadina che è scomparso! Ma la vicenda non sembra destinata a chiudersi del tutto…

Stiamo parlando dell’edicola posta in via Mazzini nelle adiacenze del Circolo Nazionale, tra Largo S. Sebastiano e piazza Dante (meglio nota come piazza Margherita).

Dopo i lavori di riqualificazione, il chiosco, agli inizi dello scorso mese di ottobre, è stato letteralmente scacciato da via Mazzini con una revoca dell’autorizzazione che aveva ottenuto dallo stesso Ente locale.

L’intervento della ditta di trasporti, che ha rimosso il punto vendita rimasto per settimane in “sosta” desolatamente chiuso su un lato di piazza Margherita, era avvenuto dopo che l’edicola è stata costretta al trasferimento dell’attività: ora la titolare dell’edicola ha deciso di fare causa al Comune di Caserta.

La società “Agire”, rappresentata dall’amministratrice Elisabetta Petti, ha infatti presentato ricorso all’autorità giudiziaria, chiedendo la revoca del provvedimento con il quale è stata revocata l’autorizzazione all’occupazione di suolo pubblico per il chiosco ed anche l’autorizzazione al commercio rilasciata nel gennaio 2013.

Il ricorso è già stato notificato a Palazzo Castropignano.

Condividi!