La JuveCaserta perde a Pesaro, ma è matematicamente salva!

La JuveCaserta perde a Pesaro, ma è matematicamente salva!

apr 15, 2017

A Pesaro per la JuveCaserta non è mai una partita come tutte le altre: lo sa bene coach Dell’Agnello che ha cercato di spiegarlo ai propri giocatori. Ma quella che si è presentata all’Adriatic Arena è stata invece una squadra “sazia” (e senza Cinciarini), dopo la vittoria interna contro Torino e con quasi tutti e due i piedi in serie A. Di contro i pesaresi avevano invece necessità irrinunciabile di conquistare la vittoria per distanziare ulteriormente Cremona, avendo contro i lombardi lo scontro diretto sfavorevole. Insomma, alla fine è stata una questione che potremmo definire di “fame” cioè di motivazioni diverse a fare la differenza. Ma quella che si è vista a Pesaro, soprattutto nel primo/quarto, è stata una JuveCaserta francamente irriconoscibile e, a tratti, persino irritante. Ne è scaturita una debacle sportiva, mitigata solo dalla salvezza matematica a tre giornate dalla fine raggiunta grazie alla sconfitta di Cremona ad Avellino.

_LUC7532

Senza Cinciarini infortunato, Dell’Agnello deve è costretto a chiedere gli straordinari a Giuri, in quintetto con  Diawara, Putney, Watt e Gaddefors. Sul parquet il cocah pesarese schiera quel Hazel con cui in settimana ha litigato tremendamente per poi fare pace alla vigilia della partita. E lui lo ha ripagato sul campo, iniziando subito a menare le danze con una tripla (alla fine sarà l’mpv della gara con 20 punti realizzati). Lo seguono a ruota Jones con due tiri liberi e Clarke con una tripla: 8-0 per Pesaro e Dell’Agnello chiama subito time-out per “svegliare” i suoi. Ma il minuto di sospensione non basta! Si torna sul parquet e Pesaro vola alla doppia cifra di vantaggio. Johnson va in campo al posto di Watt e Caserta finalmente segna, dando qualche debole segnale di risveglio. Ma ci pensano ancora una tripla di Hazell e due punti di Nnoko ad allargare il solco tra i padroni di casa e gli ospiti. La JuveCaserta non c’è e Pesaro vola al 24-8. Hazell è travolgente e la zona casertana inconsistente. Watt e Giuri riescono nel finale a racimolare qualcosina, ma il quarto termina con Pesaro a +17 (31-14).

_LUK0459

Dell’Agnello scuote i suoi ed al rientro Gaddefors piazza una schiacciata. Caserta realizza un 0-6 e sembra riprendersi. Ma Pesaro non cede nonostante Watt e Diawara cerchino di riportare la Juve a distanze più accettabili (-10 sul 34-24). Ma è fuoco di paglia! Pesaro piazza un nuovo parziale di 7-0 che allarga nuovamente il vantaggio sul 44-26 fino ad arrivare poi al +20 con un canestro di Nnoko. Pesaro insiste, Caserta è in bambola ed i padroni di casa arrivano a quota +23 con una tripla di Clarke. Berisha tenta di mantenere a galla i casertani, ma è ancora Hazell ad infierire. Il primo tempo si chiude sul 51-33.

_LUK0572

Alla ripresa è ancora Gaddefors a suonare la carica. Sembra un’altra JuveCaserta quella uscita dagli spogliatoi e la distanza si riduce a -10 in meno di 90” con i ragazzi di Dell’Agnello più accorti in difesa e finalmente aggressivi. Sale anche la tensione sportiva e tra Bostic ed Hazell si accende un piccolo parapiglia che gli arbitri sedano comminando un tecnico al casertano ed un antisportivo al pesarese. La JuveCaserta non molla e si fa sotto fino ad arrivare a -9. Ma, nel momento migliore dei casertani, gli arbitri annullano un canestro di Watt per infrazione di passi, Dell’Agnello protesta e si becca un tecnico ed i padroni di casa tornano ad allungare. Ci pensano poi Jones e Clarke a ricacciare indietro i casertani (62-45), nonostante i tentativi di Watt e Gaddefors. Il quarto termina con Pesaro nuovamente a + 17.

_LUT7615

L’ultima frazione di gioco registra subito gli acuti di Berisha e Gaddefors che recuperano 5 punti, ma Pesaro è mortifera nei tiri da tre ed il divario non accenna a fermarsi. I padroni di casa dominano fino ad arrivare addirittura a +23. Oramai è garbage time con la JuveCaserta che cerca di limitare i danni fino al -16 finale. Poi arriva la notizia della sconfitta di Cremona ad Avellino e in casa bianconera si può anche accennare ad un sorriso.

_LUT7640

Sandro Dell'Agnello

In sala stampa nel post-gara il coach della JuveCaserta Sandro Dell’Agnello esordisce dicendo ai microfoni di Radio PRIMARETE: “La spiegazione della nostra partita è molto semplice: abbiamo scoperto che noi, al di là dei problemi che abbiamo e che sono evidenti, abbiamo fatto l’ultimo mese e mezzo giocando tutte le partite alla morte e cercando di diventare una squadra migliore di Pesaro in campionato. Le abbiamo perse tutte sul filo di lana,  a parte l’ultima in casa con Torino. E proprio quella vittoria ci ha dato sì positività, ma ci ha come dato uno “strappo mentale” e ci ha fatto calare la tensione. Stasera abbiamo fatto un pessimo primo/quarto nonostante ci fossero in campo due squadre che si giocavano il campionato. Da lì si è decisa tutta la partita, al di là del fatto che dobbiamo gestire le risorse perché noi quelli siamo. Mi aspettavo – ha continuato il coach – una prestazione diversa da parte della mia squadra  perché, di solito, 31 punti li prendiamo in 20 minuti e quindi è ovvio che noi, nel primo/quarto, non siamo stati presenti.  Complimenti a Pesaro che ha fatto 31 punti, ma noi la partita l’abbiamo decisa dal punto di vista psicologico esattamente al rovescio. Siamo salvi, ma non posso essere contento della prestazione. Comunque colgo l’occasione per augurare una buona Pasqua a tutti!”

Pesaro – JUVECASERTA 83-67

(1/4: 31-14; 2/4: 51-33 (20-19); 3/4: 66-49 (15-16); 4/4: 83-67 (17-18))

Pesaro: Hazell 20, Gazzotti, Cassese, Thornton 14, Jasaitis 6, Clarke 19, Ceron 2, Bocconcelli, Jones 13, Serpilli, Nnoko 9, Zavackas. All. Leka

JUVECASERTA: Berisha 5, Puoti ne, Diawara 7, Cinciarini ne, Ventrone ne,  Putney 6, Gaddefors 14, Giuri 6, Bostic 8, Cefarelli ne, Watt 19, Johnson 2. All. Dell’Agnello

Risultati

Brindisi Milano 70 – 68
Brescia Venezia 79 – 84
Avellino Cremona 85 – 78
Cantù Pistoia 73 – 71
Varese Trento 83 – 80
Sassari Capo d’Orlando 74 – 64
 Pesaro JUVECASERTA     83 – 67
 Reggio Emilia Torino 91 – 80

 

Classifica

 1. Milano 42
 2. Venezia 36
 3. Avellino 34
 4. Sassari 32
 5. Reggio Emilia 32
 6. Trento 30
 7. Capo d’Orlando 28
 8. Pistoia 26
 9. Brindisi 26
 10. Brescia 24
 11. Torino 24
 12. Varese 24
 13. Cantù 22
 14. JUVECASERTA     20
 15. Pesaro 18
 16. Cremona 14

Prossimo Turno

23.04. 12:00 Capo d’Orlando Avellino
23.04. 18:15 JUVECASERTA Brindisi
23.04. 18:15 Cremona Cantù
23.04. 18:15 Pistoia Pesaro
23.04. 18:15 Torino Sassari
23.04. 18:15 Trento Brescia
23.04. 18:15 Venezia Varese
23.04. 20:45 Milano Reggio Emilia

Consueto appuntamento con “Cestisticamente Parlando”, il magazine settimanale di Radio PRIMARETE Caserta (95.00 Mhz F.M., in streaming su www.radioprimarete.it oppure in podcast sul nostro canale Youtube “Cestisticamente Parlando” e sulla nostra pagina FB Cestisticamente Parlando – Radioprimarete)) in onda tutti i martedì dalle 19,35 alle 20,55 (ed in replica il giovedì alle ore 00.05), condotto in studio da Francesco Gazzillo, Rosario Pascarella, Mario Della Peruta ed Eugenio Simioli (con la regia di Imma Tedesco).

Tra gli ospiti della puntata, il GM di Brindisi Alessandro GIULIANI.

Per gli interventi in diretta in trasmissione: sms al numero 338.99.48.576, mail a diretta@radioprimarete.it.

Condividi!

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa Privacy | accetto

Contact Us

[shortcode]