La Caserta sportiva piange la scomparsa di Santino Piccolo

La Caserta sportiva piange la scomparsa di Santino Piccolo

Feb 12, 2018

La città di Caserta perde un’altra sua bandiera. E’ venuto a mancare all’età di 89 anni Santino Piccolo,

Santino ha praticato il calcio nelle fila della Casertana di cui, provenendo dalle giovanili, fu portiere nel 1949, difendendo tra i pali la squadra rossoblù con una caratteristica peculiare che lo rese famoso: era miope e portava le lenti al naso per cui fu denominato dai tifosi “il portiere con gli occhiali“. Poi, una volta appese le scarpette al chiodo, fu dirigente della società rossoblù all’epoca della Presidenza Moccia e della prima storica promozione dei falchetti in serie B nel 1969.

Ma, essendo un casertano appassionato di sport a 360°, non limitò le sue attenzioni al “pallone“, ma nel 1951, quando cioé ancora praticava attivamente il calcio, promosse in città anche la “palla a spicchi” e, con altri appassionati, diede vita allo “Sporting Club Juventus Caserta“, la prima squadra di pallacanestro della città della Reggia di cui divenne – abbandonato il calcio – giocatore prima, allenatore poi ed infine presidente (terminò la propria carriera da dirigente della JuveCaserta nel 1969) tanto da meritarsi il titolo di “papà della pallacanestro casertana”.

Già nel dopoguerra la passione per il basket, importato dall’USA, era grande con la Oberdan e la Libertas che diedero vita a numerosi derby nella palestra della scuola “Pietro Giannone” e Santino Piccolo, spinto dalla sua passione sviscerata per la Juventus di Torino, decise di dare il nome della sua squadra del cuore alla prima squadra di pallacanestro della città di Caserta, decisione condivisa anche da Giovanni Maggiò che confermò sia il nome che i colori sociali una volta assunta la presidenza. Da lì partì l’epopea di una società che poi ha conquistato lo scudetto tricolore nel 1991.

Ma Santino Piccolo fu anche un attento ed instancabile dirigente sportivo. Tra i suoi “meriti” anche quello di essere stato il responsabile organizzativo per la sede di Caserta dei campionati Europei di basket del 1969 in concomitanza con la “nascita” in città del Palazzetto dello Sport di viale Medaglie d’Oro che subito dopo divenne la sede di gioco della JuveCaserta, prima della definitiva “migrazione” nel Palazzo costruito in 100 gg. da Giovanni  Maggio a Castelmorrone, una volta conquistata la storica promozione nella massima serie nazionale di pallacanestro.

Oggi, con Santino Piccolo, è andata via un’altra parte importante della storia sportiva di Caserta e provincia che speriamo sia per sempre presente nella memoria della nostra collettività. Ecco perchè tutti i componenti di Radio PRIMARETE, la radio dei “casertani sparsi nel mondo“, stringono in un caloroso ed affettuosissimo abbraccione la moglie Rosa, la figlia Cristiana, i fratelli Rosa e Romano ed i parenti tutti.

I funerali si terranno questo martedì alle ore 16.30 presso la chiesa del Buon Pastore, in piazza Pitesti a Caserta.

(Francesco Gazzillo)

Condividi!
468 ad
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa Privacy | accetto

Contact Us

[shortcode]