La Casertana imbriglia al Pinto il Trapani, 3^ forza del campionato

La Casertana imbriglia al Pinto il Trapani, 3^ forza del campionato

Feb 11, 2018

Una Casertana tutto cuore strappa un punto prezioso in chiave salvezza al Pinto contro il Trapani, terza forza del torneo e squadra – come ha evidenziato il mercato invernale – che crede ancora di poter recitare un ruolo da protagonista nella corsa alla serie B. Ed i rossoblù ci sono riusciti dimostrando anche di saper riuscire a soffrire, soprattutto nella ripresa, quando, rimasta in dieci, la squadra ha dovuto serrare i ranghi per respingere gli assalti della formazione siciliana votata a cercare i tre punti. Ad ulteriore merito va detto che, per altri tratti della gara, sono proprio i falchetti a dover mangiarsi le mani per non aver saputo gestire alcune situazioni di gioco che potevano portare qualcosa in più. Di sicuro il secondo tempo sembra poter essere un buon viatico per una squadra che deve provare a fare più punti possibili per lasciare quanto prima la zona calda della classifica.

Nella gara di andata, la sconfitta rimediata in Sicilia costò la panchina a Cristiano Scazzola; oggi, come un girone fa, nel mirino della piazza c’è Luca D’Angelo sotto accusa, non solo per i scarsi risultati che sta ottenendo la formazione rossoblu, ma anche per la gestione tattica e tecnica della rosa messagli a disposizione dal patron D’Agostino.  Reduce da un punto nelle ultime due gare – una sconfitta e un pari – contro due dirette concorrenti nella corsa salvezza, la Casertana è chiamata ad un sussulto d’orgoglio per cercare di dare una sterzata ad una stagione davvero deludente. Assenti De Rose, squalificato, e Rajcic,  il tecnico abruzzese affida le chiavi del centrocampo a De Marco e Carriero,  con De Vena, Turchetta e Padovan chiamati a dare fastidio alla retroguardia ospite. Confermata la difesa a tre, con Lorenzini, Polak e Rainone, mentre fa sicuramente rumore l’esclusione di Alfageme, la seconda consecutiva. In casa Trapani, mister Calori invece si vede costretto a rinunciare a Pagliarulo proprio nell’immediata vigilia della gara,  mentre in avanti Polidori – arrivato in questo mercato di riparazione dalla Pro Vercelli a cui è  stato girato Reginaldo – ed Evacuo compongono il tandem offensivo.

Casertana che al 2′ si affaccia in modo pericoloso dalle parti di Furlan: cross dalla sinistra di Turchetta, Carriero sbuca sul secondo palo, ma l’impatto con la sfera non è perfetto e non riesce ad inquadrare la porta. Al 12′ Padovan e Evacuo provano a chiamare in causa Furlan e Forte, ma le rispettive conclusioni si perdono a lato. Al 24′ ospiti vicini al vantaggio con un’azione nata sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Scarsella,  ma prima Evacuo e poi Polidori non riescono a trovare lo specchio della porta. Trapani che con il passare dei minuti inizia a prendere terreno e soprattutto inizia a spingere sull’acceleratore con il chiaro intento di trovare la rete del vantaggio. Al 29′ è ancora Polidori a saltare D’Anna e provare la conclusione a rete da buona posizione, ma il suo tiro si perde alto sopra la traversa. Al 38′ una conclusione di Bastoni dal limite dell’area trova la deviazione di Rainone e si perde in angolo. Sulla conseguente battuta del corner, Silvestri impatta con la mano e mette la sfera in rete tra le vibranti proteste dei calciatori rossoblu. Solo dopo qualche minuto il direttore di gara, che aveva convalidato il gol, si ravvede e ammonisce il difensore ospite. Partita che si incattivisce ed a farne le spese prima De Marco,  ammonito per un fallo ai danni di Scarsella, e sul finire della prima frazione di gioco Palumbo per un fallo ai danni di Turchetta.

Inizio di secondo tempo con il Trapani a fare la partita e Casertana racchiusa nella trequarti, pronta però a recuperare e ripartire. Al 47′ Polidori si libera bene in area di rigore, ma il suo diagonale si perde a lato. La risposta della Casertana arriva al 50′ con un tiro di Padovan dalla lunga distanza su cui Furlan si oppone in due tempi.  Al 51′ mister D’Angelo si affida ad Alfageme in luogo di un impalpabile De Vena. Al 55′ la Casertana rimane in dieci: intervento da tergo in gioco pericoloso di Padovan  nei confronti di Marras e direttore di gara che sventola il cartellino rosso sotto il naso dell’attaccante rossoblu. Decisione severa quella del direttore di gara, ma soprattutto grossa ingenuità dell’attaccante scuola Juventus. Al 68′ proteste dei calciatori rossoblu conseguenti ad un fallo di Rizzo che ferma fallosamente Alfageme lanciato a rete, ma il direttore di gara ammonisce il difensore ospite mentre i falchetti chiedevano l’espulsione. Casertana che, nonostante inferiorità numerica, sembra riuscire a tenere bene il campo,  anche se al 71′ Trapani ancora pericoloso con un tiro di Marras dalla distanza che si perde di poco a lato. La Casertana, seppur in sofferenza, al 78′ si fa viva dalla parti di Furlan con una conclusione di De Marco dalla lunga distanza, ma il tiro del centrocampista rossoblu si perde a lato. Casertana che stringe i denti a protezione di un pareggio importante per l’economia rossoblu, anche se al 88′ un errato intervento di Polak mette in condizione Minelli di battere a rete, ma la sua conclusione si perde a lato. Al 92′ l’occasionissima per portare la Casertana in vantaggio capita sui piedi di Alfageme che, da buona posizione, spreca malamente con una conclusione che si perde alta sopra la traversa. Dopo cinque minuti di recupero, la partita termina senza vincitori ne vinti: punto prezioso per i falchetti mentre per il Trapani, in superiorità numerica per quasi tutta la ripresa, un’ulteriore passo falso verso la coppia di testa.

In sala stampa si presenta mister Luca D’Angelo che, in diretta su Radio PRIMARETE, ha dichiarato: “Abbiamo giocato meglio in altre circostanze, ma va dato merito al Trapani che una squadra molto forte. Visto che la partita la facevano loro, noi volevamo sfruttare la profondità. In merito poi al gol annullato, non ho visto niente, ma i miei giocatori mi hanno riferito che era irregolare. Importanteè aver mosso la classifica e giocato senza paura contro una delle squadre più forti del campionato. Per domenica prossima contro la Virtus Francavilla cercheremo di ovviare alle assenze visto che abbiamo tante alternative, anche se mi dispiace per Padovan, mentre per D’Anna era diffidato, ma credo che non subirà lo stop per la prossima partita. Comunque, in tempi di guerra, pane e acqua! Va bene così.”

E’ stata poi la volta di Pasquale Rainone: “Partita di sacrificio, ma non possiamo più sbagliare. Ci troviamo in questa situazione per via dei punti sciupati in casa. Abbiamo affrontato una grande squadra e questo è un punto che fa morale. Sapevamo del loro valore e la partita è stata equilibrata. Si può sorridere visti i risultati di oggi, ma dobbiamo guardare a noi. Bisogna ora mettere in campo sempre cattiveria. Chiunque entra in campo, deve mettere sempre tutto senza pensare a nulla“.

(Giovanni Fiorentino)

CASERTANA – Trapani 0-0

CASERTANA (3-5-2): Forte; Lorenzini, Rainone, Polak; D’Anna, De Marco (dall’82′ Meola), Carriero (dal 73′ Romano), Turchetta, Pinna; De Vena (dal 51′ Alfageme), Padovan. A disp: Gragnaniello, Cardelli, Finizio, Forte, Cigliano, Santoro, Minale, Tripicchio. All: Luca D’Angelo

TRAPANI (3-5-2): Furlan; Silvestri, Visconti, Fazio; Marras, Bastoni (dal 69′ Steffe’), Palumbo, Scarsella (dal 61′ Campagnacci), Rizzo; Evacuo, Polidori (dal 75′ Minelli). A disp: Pacini, Ferrara, Canino, Valenti, Culcasi, Corapi. All: Alessandro Calori.

Arbitro: Matteo Marchetti di Ostia Lido

Assistenti:  Marco Cecchi di Pistoia e Alberto Berti di Prato.

Ammoniti:  Silvestri, De Marco, Palumbo, Rizzo, D’Anna

Espulsi: Padovan al 55′ per gioco scorretto

Note: Spettatori 1500 circa con una esigua rappresentanza di tifosi provenienti da Trapani

 

Risultati
Bisceglie Lecce 1 – 2
 CASERTANA Trapani 0 – 0
Catanzaro Sicula Leonzio 0 – 3
Fondi Juve Stabia 1 – 2
Monopoli Andria 2 – 0
Paganese Matera 1 – 0
Reggina 1914 Virtus Francavilla 0 – 0
Catania Cosenza 2 – 2
Siracusa Akragas 1 – 0
Ha riposato: Rende

 

Classifica G P
1 Lecce 24 55
2 Catania 24 49
3 Trapani 23 41
4 Siracusa 24 39
5 Cosenza 24 35
6 Rende 23 35
7 Monopoli 24 34
8 Matera 24 34
9 Juve Stabia 23 33
10 Virtus Francavilla 24 32
11 Sicula Leonzio 23 29
12 Catanzaro 24 28
13 Bisceglie 23 27
14 Reggina 1914 24 27
15 CASERTANA 23 23
16 Fondi 24 23
17 Paganese 24 23
18 Andria 24 20
19 Akragas 24 11

 

Prossimo Turno  
18.02. 14:30 Akragas Catanzaro  
18.02. 14:30 Matera Siracusa  
18.02. 14:30 Trapani Paganese  
18.02. 16:30 Juve Stabia Bisceglie  
18.02. 16:30 Monopoli Catania  
18.02. 16:30 Rende Fondi  
18.02. 16:30 Sicula Leonzio Lecce  
18.02. 16:30 Virtus Francavilla CASERTANA  
19.02. 20:45 Cosenza Reggina 1914  
Riposa: F. Andria  

 

Torna alle ore 19.30 l’appuntamento su Radio PRIMARETE (sui 95.00 Mhz in FM ed anche in streaming su pc, tablet, iphone e smartphone dal sito www.radioprimarete.it) ogni lunedì (in replica ogni mercoledì dalle 00.05) con “CALCISTICAMENTE PARLANDO”, condotto in studio da Giovanni FiorentinoStefanino De Maria e Maurizio Lombardi con i loro ospiti. Per gli interventi in diretta in trasmissione: MSG sulla pagina FB di Radio PRIMARETE oppure mail a diretta@radioprimarete.it.

 

Condividi!
468 ad
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa Privacy | accetto

Contact Us

[shortcode]