Cronaca

Forte scossa di terremoto in Molise, chiaramente avvertita anche a Caserta e provincia

Un’altra scossa di terremoto ha spaventato – e non poco! – Caserta e provincia.

Infatti stavolta è durata di più ed è stata più intensa della precedente, avvenuta alle ore 23.48 del 14 Agosto e durata qualche secondo.

Ancora di tipo sussultoria, la scossa è avvenuta alle ore 20,19 ed è durata una quindicina di secondi ed è stata chiaramente avvertita, soprattutto nei piani alti delle abitazioni con porte che hanno iniziato a tremare e lampadari e suppellettili a muoversi.

Ma, al di là di ciò e delle conseguenti telefonate fatte da numerosi cittadini ai numeri di emergenza dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile, non sono stati segnalati ulteriori danni a persone e cose.

E’ ancora la cittadina molisana di Montecilfone (CB) l’epicentro del sisma, stavolta a 4 km a Sud-Est del Paesino molisano, mentre il 14 agosto a 6 km a Sud.

Ma questo giovedì la magnitudo è stata più forte (5,2) rispetto a quella della vigilia di Ferragosto (4,7) ed il sisma è stato più superficiale (segnalato a 9 km di profondità rispetto ai 19 della precedente).

Subito dopo, sempre in Molise, la terra ha incominciato a tremare intorno ai paesini di Guglionesi e Palata, stavolta però con scosse di tipo ondulatorio, ma di magnitudo compresa tra 2.0 e 3.0.

Vi sono state, tra le ore 20.30 e le ore 22.00, oltre una quindicina di scosse di assestamento che però non sono state percepite nel casertano se non lievemente nei comuni della Valle di Suessola.

Alle ore 22.22 un’altra scossa “importante“, ancora a 4 km a Sud-Est di Montecilfone, di magnitudo 4.5 e sempre a 9 km di profondità, ma per fortuna di scarsa durata e, come tale, non percepita nelle nostre zone.

La Protezione Civile Nazionale è in costante allerta per monitorare la situazione.

Condividi!