Enti Politica Provincia di Caserta

Il sindaco di Arienzo Guida sbugiarda il consigliere regionale Piscitelli

Il nuovo Piano Ospedaliero Regionale, realizzato dal governatore Vincenzo De Luca e dalla sua giunta, sta creando davvero non pochi malumori e dissensi in tutta la provincia di Caserta.

Dopo le proteste dei sindaci dell’alto casertano, anche quelli della Valle di Suessola sono “in fermento” dopo aver assistito inerti al deciso ridimensionamento dell’Ospedale di San Felice-Arienzo nella speranza che l’Ospedale di Maddaloni potesse con il tempo essere valorizzato quale centro di riferimento per i circa 90mila abitanti della zona. Invece…

( Davide Guida )

Ed il sindaco di Arienzo Davide Guida, senza mezzi termini, se la prende con chi, a suo dire, è il referente politico di De Luca nella zona e cioè il consigliere regionale Alfonso Piscitelli, definendolo “Pinocchio“.

Vestendo i panni – scrive infatti Davide Guida in una sua nota – del più famoso personaggio di Collodi,  cerca di arrampicarsi sugli specchi per nascondere il suo fallimento politico generale e, in particolare, per l’ospedale di Maddaloni.

In circa 4 anni, zero risultati per la tutta la Valle di Suessola.

Cosentiniano fino a qualche anno fa, si permette di parlare di “cattivi maestri” e critica la gestione della precedente amministrazione regionale, dimenticandosi che, in quegli anni, quello era il suo schieramento politico.

Chi è abituato ai cambi di casacca per interessi personali, “tradendo” anche i fautori della sua elezione, farebbe bene – continua il sindaco di Arienzo – ad evitare di attaccare personalmente chi è stato sempre coerente.

( Alfonso Piscitelli )

Sono diversi anni che si parla dei 198 posti letto per gli ospedali di Maddaloni e Arienzo-San Felice e dei 5 milioni di euro per la ristrutturazione dei 2 ospedali: ci diano informazioni precise di programmazioni effettive, smettendo di prendere in giro oltre 90.000 cittadini.

Abbiamo studiato il D.M. 70/2015 ed il problema per l’ospedale di Maddaloni è proprio in questo D.M..

Infatti il danno per i cittadini di Maddaloni e della Valle di Suessola sta nel fatto che nel nuovo Piano Ospedaliero Regionale, mentre l’ospedale di Maddaloni resta un ospedale con Pronto Soccorso in pessime condizioni, gli ospedali di Aversa, Marcianise e Sessa Aurunca sono stati promossi a DEA di primo livello.

Ed un Dipartimento di Emergenza e Accettazione (DEA) di primo livello rappresenta un’aggregazione funzionale di unità operative che mantengono la propria autonomia e responsabilità clinico-assistenziale.

Tutto questo – conclude Guida – è stato attentamente omesso dal famoso personaggio di Collodi.

Confermiamo la nostra disponibilità per un tavolo istituzionale di amministratori locali ed invitiamo tutti i cittadini ad unirsi alla battaglia per il nostro territorio, depredato da anni di malapolitica”.

Condividi!