Sport

“Tennis” al Pinto: la Casertana straripa contro il Rieti

Dopo la convincente prova di domenica scorsa a Francavilla Fontana contro la Virtus, la Casertana era chiamata a confermarsi nell’anticipo della quarta giornata dinanzi al pubblico amico contro un Rieti che, pur situato in basso alla classifica, domenica scorsa è stato costretto a cedere in casa i tre punti al Bari al 95′ a seguito di un dubbio calcio di rigore e dopo aver subito un’espulsione dieci muniti prima. Insomma una partita contro il Rieti  da prendere “con le molle” e che poteva presentare non poche insidie per i falchetti. Mister Ginestra ha catechizzato più volte in settimana i suoi uomini al fine di vederli scendere in campo concentrati e senza alcuna distrazione di sorta.

Tra i rossoblù ancora assente per infortunio Rainone, non disponibili Zivkov e Lame e squalificato Clemente, Ginestra schiera Adamo sulla destra, Longo in difesa e conferma Santoro in regia con Zito che ha licenza di svariare. Gli ospiti, a loro volta, devono fare a meno dell’infortunato Marchi e dello squalificato Tirelli. In campo Marino e Bellopede, calciatore di origini casertane, proveniente dal Messina.

Parte a spron battuto Zito sulla sinistra dopo neanche 2’ di gioco ed il suo pregevole cross viene vanificato da un fallo di Castaldo fermato davanti a Pegorin. Passano 3’ e Zito si produce nel suo pezzo di fabbrica con una punizione calibrata che pesca sul secondo palo Castaldo che con freddezza batte in diagonale il portiere ospite. All’11’ arriva il raddoppio: su cross dalla destra di Adamo la palla ballonzola davanti a Pegorin e, dopo vari tentativi, il più lesto è Starita che si gira e scaraventa in rete. Tra i due gol rossoblù da registrare una protesta dei sabini che reclamano una doppia spinta ai danni di Marcheggiani, ma l’arbitro, ben appostato, lascia proseguire. Al 18’ un preciso lancio di D’Angelo mette Starita in condizione di mettere al centro dalla linea di fondo in prossimità della porta, ma la difesa ospite, con un certo affanno, riesce a liberare. Al 24’ il risultato va in ghiaccio. La Casertana con estrema facilità penetra nella retroguardia del Rieti ed un nuovo lancio dalla tre quarti trova puntuale all’appuntamento Zito che al momento di mettere dentro viene atterrato da Pegorin: calcio di rigore che Castaldo trasforma con estrema precisione alla destra del portiere ospite. La Casertana dilaga alla mezz’ora: un difettoso disimpegno della difesa amarantoceleste viene intercettato da Starita che fatto un paio di passi trafigge Pergorin con un destro micidiale. Passano 4’ e il calo di tensione per il risultato acquisito è fatale a Caldore che si fa rubare palla da Marcheggiani e l’attaccante, appena entrato in area, batte Crispino. Neanche un giro di lancette ed il Rieti si rifà pericoloso, ma questa volta la difesa rossoblù riesce a rifugiarsi in angolo. La Casertana si riporta in avanti ed ora ad ogni azione orchestrata corrisponde ad una marcatura: è D’Angelo al 37’ a finalizzare una prolungata azione ispirata da Starita e proseguita da Castaldo. Il taccuino non riesce a stare al passo dei giocatori in campo e Castaldo punisce al 39’ un temerario Pegorin che aveva avuto l’ardire di tentare l’uno contro uno col bomber di Giugliano. Senza neanche un minuto di recupero il signor Collu di Cagliari manda i 22 negli spogliatoi.3

Dopo qualche istante dall’inizio della ripresa Ginestra opera due sostituzioni, abbastanza scontate: la sicurezza del punteggio consente di tastare la condizione di Ciriello, titolare col Potenza e poi finito in panchina ma soprattutto il debutto ufficiale in campionato, al Pinto, in maglia rossoblù dell’attaccante Cavallini, atteso particolarmente dai tifosi, dopo il gol realizzato a Catanzaro in Coppa ed in predicato di essere l’alter ego dell’infortunato cronico Floro Flores. Il primo sussulto della ripresa arriva però solo al 21’ con l’instancabile Zito che scende sulla sua fascia, elude l’intervento di un difensore e spara di sinistro un tiro che va a stamparsi sul palo alla destra di Pegorin. La Casertana si mostra paga del risultato ed il Rieti è semplicemente inoffensivo nei tentativi di impensierire i falchetti e le note di cronaca si riducono sensibilmente ma c’è spazio per alimentare il parco under in campo con l’ingresso di Matese (2001) al posto di Laaribi. Ginestra mantiene in campo Castaldo, anche se le attenzioni degli avversari sono tutt’altro che pacifiche, forse per consentire al bomber di migliorare la sua classifica in fatto di gol. A 9’ dal termine Ginestra concede l’esordio anche a Lezzi che fa il suo ingresso in campo insieme a Paparusso, mentre Mariani risponde con Arcaleni e Bartolotta che, appena entrato in campo, guadagna una ingenua ammonizione. La partita, non avendo più nulla da dire, si spegne mentre sale l’esultanza sugli spalti dei supporters rossoblù che, a fine incontro, non hanno certo lesinato applausi e cori di incitamento ai falchetti chiamati, nel prossimo turno, ad una ostica trasferta contro il Picerno, vera sorpresa finora del girone C della serie C.

Pubblicato da Casertana F.C. su Sabato 14 settembre 2019

CASERTANA – Rieti 6-1

CASERTANA (3-5-2): Crispino; Longo (49’ Ciriello), Silva, Caldore; Adamo (81’ Lezzi), D’Angelo, Santoro, Zito (81’ Paparussso), Laaribi (73’ Matese); Starita (49’ Cavallini), Castaldo. A disp. Zivkovic, Galluzzo, Gonzalez,  Varesanovic, Gambino, Longobardi. Allenatore Giro Ginestra

RIETI (3-5-2): Pegorin; Aquilanti, Gigli, Zanchi; Esposito (89’ Del Regno), Marino (58’ Tiraferri), Zampa, Palma (81’ Arcaleni), Guiebre; Beleck (81’ Bartolotta), Marcheggiani (89’ De Sarlo). A disp. Addario, De Paoli, Granata, Sette, Bellopede, Del Regno, De Sarlo. All. Alberto Mariani

ARBITRO: Giuseppe Collu di Cagliari (Federico Votta di Moliterno e Giovanni Dell’Orco di Policoro)

RETI: 5’ Castaldo; 11’ Starita; 24’ Castaldo (rig.); 28’ Starita; 33’ Marcheggiani; 36’ D’Angelo; 39’ Castaldo

NOTE: serata tipicamente estiva; terreno in buone condizioni; spettatori 1877 di cui 1010 abbonati con la presenza di una dozzina di sostenitori ospiti; angoli 2-0 per il Rieti; ammoniti Bartolotta; recupero 0’ e 2’

Appuntamento ogni lunedì alle ore 19,35 sulle frequenze di Radio PRIMARETE (sui 95.00 Mhz in FM, in DAB+ sul canale 10A del mux CREADAB oppure in streaming su pc, tablet, iphone e smartphone dal sito http://www.radioprimarete.it) con “Calcisticamente Parlando”, il magazine condotto in studio da Maurizio Lombardi, Salvatore Orlando e Cesare Monteleone con il contributo di Stefanino De Maria. Possono partecipare alla trasmissione anche le ns. ascoltatrici ed i ns. ascoltatori con SMS al 338.99.48.576, con mail a diretta@radioprimarete.it oppure con msg sulla pagina ufficiale FB di Radio PRIMARETE.

Condividi!