Sport

Dopo la TIM CUP, anche nella Coppa Italia di serie C la Casertana viene eliminata dal Catanzaro

“Ceravolo” nefasto in Coppa per la Casertana. Dopo aver subito, sebbene allora nei tempi supplementari, l’eliminazione dalla TIM Cup nel primo turno ad opera dei calabri, anche negli ottavi di finale della Coppa Italia di Serie C la Casertana viene eliminata dal Catanzaro.

Tra infortuni e condizioni precarie di alcuni elementi chiave, il tecnico Ginestra ha deciso per la partita odierna di dare spazio ad ampio turn-over. Formazione più che inedita in mezzo al campo e panchina imbottita di giovani della Berretti. Dopo un avvio difficile, con due gol incassati in dieci minuti, i falchetti hanno trovato la giusta dimensione provando a dire la loro affidandosi, come sempre, alle trame chieste da Ginestra. Finisce 2-0 al Ceravolo, ora testa al campionato.

Il Catanzaro parte subito forte e trova l’uno-due nei primi dieci con Fischnaller. L’attaccante giallorosso la sblocca di testa al 3’. Al 10’ il raddoppio a porta sguarnita su assist di Bianchimano. La Casertana prova a riordinare le idee. E, a piccoli passi, esce dalla pressione costante dei calabresi. Origlia rompe il ghiaccio con una serie di spunti. Poi Laaribi ci prova dal limite, ma trova la parata in due tempi di Adamonis. Portiere lituano decisivo al 34’ sul colpo di testa di Ciriello. Parata in tuffo. Sulla respinta c’è Origlia, ma la sua conclusione trova il corpo di Clemente in piena mischia.Si va al riposo sotto di due reti.

I falchetti partono bene ad inizio ripresa. Al 6’ un’azione in ripiegamento culmina con l’assist di Laaribi per Origlia. Il talento rossoblu punta il diretto avversario e viene atterrato n piena area. Per l’arbitro non è rigore. Accese proteste da parte dei falchi. E’ sempre Origlia il più pericoloso con la sua agilità nello stretto. E’ ancora lui a procurarsi una punizione invitante dal limite. Zivkov calcia alto. Girandola di cambi e i falchi provano a giocarsela. Al 38’ Starita recupera palla al limite e si libera al tiro. La difesa riesce a sventare il pericolo mandando in corner. Nel finale spazio anche per una punizione di Laaribi controllata facilmente da Adamonis.

A fine partita, in sala stampa, per la Casertana FC si è presentato l’allenatore in seconda Gennaro Di Maio, .

🗣️🎙️ L'allenatore in seconda Gennaro Di Maio nel post gara del Ceravolo#CatanzaroCasertana 2-0#CoppaItalia #SerieC 🏆🇮🇹

Pubblicato da Casertana F.C. su Mercoledì 27 novembre 2019

Catanzaro – CASERTANA 2-0

CATANZARO: Adamonis, Maita, Nicoletti, Urso (35’ st Risolo), Giannone (17’ st Celiento), Riggio, Signorini (35’ st Quaranta), Bianchimano (1’ st Kanoute), Fischnaller, Martinelli, Casoli (17’ st De Risio). A disp.: Mittica, Favalli, Statella, Elizalde, Novello, Nicastro, Bayeye. All. Grassadonia

CASERTANA: Zivkovic (1’ st Galluzzo), Gonzalez, Zivkov, Ciriello, Matese (20’ st Starita), Adamo, Clemente, Laaribi (45’ st Petito), Varesanovic, Origlia (35’ st Allegretta), Paparusso (35’ st Gambino). A disp.: Longobardo, Fazi. All. Ginestra

ARBITRO: Fabio Natilla di Molfetta. Assistenti: Riccardo Pintaudo di Pesaro e Mattia Politi di Lecce.

RETI: 3’ pt e 10’ pt Fischnaller (CZ).

NOTE: pomeriggio sereno con cielo sgombro di nubi; terreno in buone condizioni; spettatori 1000 circa di cui una ventina provenienti da Caserta; angoli 10-2 per il Catanzaro; ammoniti Clemente (CE) e De Risio (CZ); recupero pt: 1’ e st: 3’

Condividi!