Sport

Una volenterosa Casertana non riesce a vincere a Cosenza contro il Rende

Dopo ben 28 giorni di pausa (a causa anche del forzato “stop” imposto dalle società nella prima giornata del girone di ritorno che sarà recuperata mercoledì 22 gennaio), torna finalmente in campo la serie C. E per la Casertana c’è l’impegno contro il non irresistibile Rende, partita che si disputerà non a Vibo Valentia (campo “di casa” quest’anno della squadra biancorossa, vista l’indisponibilità del “Lorenzon“), bensì al “San Vito – Gigi Marulla” di Cosenza, campo di gioco gradito ai falchetti e, soprattutto, ai tifosi rossoblù che hanno potuto – circa un centinaio – programmare la trasferta al seguito della propria squadra del cuore.

In attesa degli sviluppi del “calcio-mercato di riparazione“, entrambi gli allenatori preferiscono affidarsi alle proprie “certezze” per cui il Rende si schiera con il suo 4-3-3 affidando un ruolo di titolare a Ampollini, Origlio e Cipolla mentre torna in cabina di regia dopo la squalifica Scimia. Tra i rossoblù torna – finalmente – in campo Gigi Castaldo dopo essere stato assente per ben otto partite. A sorpresa mister Ginestra schiera come titolare tra i pali Cerofolini, appena arrivato dalla Fiorentina, che prende il posto di Crispino che finora non aveva mai una sola partita. Confermato tra i titolari anche Varesanovic mentre a Santoro è affidato il compito di regista. In panchina Floro Flores accanto ai giovanissimi Ciardulli e De Vivo, alla prima apparizione in Serie C.

Si inizia con ritmi moderatamente sostenuti. La catena di sinistra rossoblù guadagna il primo tiro dalla bandierina al 4’, battuto prontamente e che trova pronta la testa di Starita ad insaccare, ma l’arbitro ferma tutto per la presenza di due palloni in campo. La risposta locale si materializza con un tiro-cross di Morselli che sfiora l’incrocio dei pali alla destra di Cerofolini. Al 10’ Zito si produce in una progressione imponente che lo proietta in area per poi scaricare per Castaldo, la conclusione a botta sicura del bomber è neutralizzata da Savelloni che si ripete immediatamente sul susseguente tentativo di Santoro. Il Rende si riversa in avanti e sblocca la situazione: un lungo fraseggio tra Caldore e Rainone in uscita viene interrotto a metà campo da dove parte Rossini con l’invito sulla sinistra per Giannotti; il diagonale non sarebbe irresistibile, ma Cerofolini non è impeccabile e la palla lo supera sotto la pancia. I falchetti reagiscono con il solito invito di Zito per la testa di D’Angelo che, da buona posizione, spedisce di poco alto. Lo stesso esterno rossoblù ci prova poco dopo direttamente su calcio di punizione, ma Savelloni blocca la sfera in presa alta. Al 20’ Nossa abbatte Castaldo al limite dell’area, la punizione a giro di Varesanovic è di poco alta. Al 23’ altro fallo questa volta di Ampollini ai danni di Zito; lo stesso numero 11 si incarica della battuta pescando sulla desta Castaldo che, di piatto, mette in rete, ma ancora una volta l’azione è viziata da posizione irregolare. Ma né l’arbitro, né Savelloni possono nulla sulla successiva azione rossoblù, al 26’, quando Clemente ruba palla alla difesa avversaria quasi sulla linea di fondo e mette al centro per l’accorrente D’Angelo che insacca da pochi passi. Si arriva al 33’ quando Morselli è servito in piena area e viene affrontato fallosamente da Clemente e per il signor Pashuku non ci sono dubbi: indica il dischetto dove lo stesso Morselli spiazza Cerofolini. La Casertana esercita un maggior possesso palla, ma non riesce mai a superare la nutrita barriera biancorossa. Origlio e Nossa montano una ferrea marcatura rispettivamente su Starita e Castaldo, disinnescandone il potenziale offensivo. E, per poco, nel primo minuto di recupero, non accade il patatrac: infatti una ripartenza veloce del Rende porta Morselli a tu per tu con Cerofolini che si oppone di piede al possibile 3-1 per i padroni di casa.

Non ci sono variazioni nelle due squadre che rientrano in campo per il secondo tempo. Le polveri bagnate di Castaldo e Starita sono compensate dalla vena realizzativa di D’Angelo che agguanta il secondo pareggio ad inizio ripresa: il centrocampista di Ginestra, servito da un geniale colpo di tacco di Castaldo a limite dell’area di rigore, scocca un sinistro velenoso che va ad insaccarsi nel set alla destra di Savelloni. La Casertana non è paga del pari ritrovato ed insiste ancora in avanti collezionando però solo angoli. Al 9’ altro pericolo per Cerofolini con Rossini pescato a centro area, ma la mira del capitano non è delle più felici. Casertana ancora pericolosa al 13’ con Starita che intercetta un angolo di Zito con palla che si perde sul fondo. La Casertana va in pressione costante ed il Rende sembra aver perso la verve e la forza iniziale, praticamente si gioca esclusivamente nella metà campo biancorossa. Al 22’ un fallo di Scimia su Castaldo offre un’ottima opportunità per Zito su calcio piazzato, ma Savelloni si supera sventando la minaccia in angolo. Il Rende è in affanno e dalla panchina si fa ricorso ai propri uomini di esperienza, Fornito e Vivacqua. Sull’ennesimo corner di Zito al 31’ si accende una mischia davanti a Savelloni, ma Rainone, D’Angelo e Caldore che non riescono nel colpo decisivo. Ginestra gioca la carta Floro Flores che va a dare il cambio ad un esausto Zito, autore di un’altra gara da incorniciare. La stanchezza si fa sentire su entrambi i fronti e nonostante l’impegno degli uomini in campo latitano le occasioni da gol. Al 90’ l’arbitro assegna 4’ di recupero e la Casertana prova il forcing finale per portare a casa 3 punti che sarebbero più che legittimi. Forcing che si rivela inutile nonostante l’estremo tentativo di Caldore che, dalla distanz,a prova il gol della domenica, senza però fortuna. La gara termina in parità con i falchetti che hanno tanto da recriminare.

Nel dopopartita si presentano in sala stampa l’allenatore della Casertana F.C. Ciro Ginestra, i giocatori del Rende Devis Nossa ed il capitano Riccardo Rossini e l’odierno goleador dei falchetti Angelo D’Angelo

🗣️🎙️ Sala stampa | Per la Casertana parlano il tecnico Ginestra e il centrocampista D'Angelo.#postmatch #rendecasertana 2-2

Pubblicato da Casertana F.C. su Domenica 12 gennaio 2020

Rende – CASERTANA 2-2

RENDE (4-3-3): Savelloni; Ampollini, Nossa, Bruno, Origlio; Scimia, Murati, Cipolla (61’ Collocolo); Morselli (71’ Fornito), Rossini (71’ Vivacqua), Giannotti (81’ Ndiaye). A disp. Palermo, Borsellini, Godano, Germinio, Blaze, Coly. All. Andrea Tricarico

CASERTANA (3-5-2): Cerofolini; Longo, Rainone, Caldore; Clemente, D’Angelo, Santoro, Varesanovic (69’ Paparusso), Zito (79’ Floro Flores); Starita (89’ Origlia), Castaldo. A disp. Crispino, Zivkovic, Gonzalez, Cavallini, Zivkov, Ciriello, Matese, De Vivo, Ciardulli. All. Ciro Ginestra

ARBITRO: Eduart Pashuku di Albano Laziale. Assistenti: Riccardo Pintaudi di Pesaro e Mattia Politi di Lecce.

RETI: 12’ Giannotti (R); 26’ e 2’st D’Angelo (C); 33’ (r) Morselli (C).

NOTE: pomeriggio sereno, terreno in perfette condizioni; spettatori 1000 circa di cui un centinaio provenienti da Caserta; angoli 9-1 per la Casertana; ammoniti Murati, Ampollini, Rossini, Paparusso, Savelloni; recupero pt 1’ e st 4’

***********************************

Consueto appuntamento lunedì pomeriggiodalle ore 19.35, sulle frequenze di Radio PRIMARETE (sui 95.00 Mhz in FM, in DAB+ sul canale 10A del mux CREADAB oppure in streaming su pc, tablet, iphone e smartphone dal sito http://www.radioprimarete.it) con “Calcisticamente Parlando”, il magazine condotto in studio da Maurizio Lombardi, Salvatore Orlando e Cesare Monteleone con il contributo di Stefanino De Maria.

Possono partecipare alle trasmissioni anche le ns. ascoltatrici ed i ns. ascoltatori con SMS al 338.99.48.576, mail a diretta@radioprimarete.it oppure msg sulla pagina ufficiale FB di Radio PRIMARETE o sul nostro profilo Instagram “radioprimaretecaserta”.

 

Condividi!