Approfondimento Sport

La FIP pubblica i contributi (al ribasso) 2020/2021 per le società non professionistiche: boccata d’ossigeno per la JuveCaserta

Dopo le Disposizioni Organizzative Annuali (in acronimo DOA), la Federazione Italiana Pallacanestro ha pubblicato sul proprio sito ufficiale il documento relativo ai contributi per le società non professionistiche (partecipanti sia ai campionati nazionali che regionali) per l’anno sportivo 2020/2021.

Nella seconda parte di questo approfondimento (la prima parte la potete trovare al seguente link: http://www.radioprimarete.it/2020/06/pubblicate-dalla-fip-le-doa-2020-2021-i-costi-della-juvecaserta-per-la-prossima-stagione-agonistica/ )ci concentreremo su rate e contributi NAS (relativi al tesseramento dei giocatori) per la prossima stagione.

Come le DOA, anche i contributi sono deliberati ed aggiornati all’ultimo consiglio federale del 05.06.2020.

Rate anno sportivo 2020/2021
Nella prima parte di questo nostro approfondimento avevamo ipotizzato una revisione delle rate per l’anno sportivo 2020/2021 rispetto a quello appena trascorso a causa dell’emergenza Covid-19.
Ed infatti, come specificato dall’art. 1.2 del suddetto documento, la suddivisione delle rate per le società di A2 è la seguente:

PRIMA RATA: Contributi FIP (13.300 €) + saldo A.S: 2019/20 (stipendi arretrati per giocatori) + eventuali debiti verso i Comitati Regionali (scadenza 31.07.2020);
SECONDA RATA: 1/3 saldo NAS (Nuovi Atleti Svincolati) + eventuali debiti verso i Comitati Regionali (scadenza 27.10.2020);
TERZA RATA: 50% saldo NAS + eventuali debiti C.R. (scadenza 25.11.2020);
QUARTA RATA: saldo NAS + eventuali debiti C.R. (scadenza 21.01.2021);
QUINTA RATA: Contributi FIP (24.200 €) + saldo NAS + eventuali debiti C.R. (scadenza 02/03/2021);
SESTA RATA: Saldo finale scheda contabile + eventuali debiti C.R. (scadenza 05/04/2021).

Prima di addentrarci sui contributi NAS, precisiamo che:

– in caso di mancato pagamento della prima rata entro il termine perentorio (31.07.2020, lo stesso per la riaffiliazione alla FIP), la società inadempiente perderà il diritto al rinnovo di autorità degli atleti tesserati;
– il pagamento della rata da versare alla Com.Te.C (Commissione Tecnica di Controllo) ha scadenza perentoria il 30.06.2021 e rappresenta condizione necessaria per l’ammissione al campionato di Serie A2 2021/2022. In caso di mancato o parziale pagamento oltre il termine perentorio, la società inadempiente riceverà una sanzione economica pari ad € 1.500,00 per ogni 24 ore di ritardo fino ad un massimo di € 9.000,00;
– per le altre rate (art. 1.10): se verranno pagate con 7 giorni di ritardo rispetto al termine ultimo, la sanzione sarà solo economica; se verranno pagate con 14 giorni di ritardo, ci sarà anche una sanzione sportiva (3 punti di penalizzazione); se verranno pagate oltre i 14 giorni, o non pagate, ci sarà l’esclusione della società inadempiente dal campionato.

Rinnovo riaffiliazione FIP
All’art.2.2, per contrastare la crisi derivante dall’emergenza COVID-19, la FIP ha determinato un intervento complessivo di 4 milioni di euro in tasse da non versare per le Società nella stagione 2020/2021.
A tutte le Società viene addebitato un importo simbolico per il rinnovo dell’affiliazione pari a 0.10 centesimi.
Il contributo del rinnovo di affiliazione include la quota relativa al tesseramento dei due Dirigenti obbligatori (Presidente e Dirigente Responsabile).
Il contributo per l’iscrizione a ciascun Campionato per la stagione sportiva 2020/2021 è gratuito.
Senza il pagamento di alcun contributo, la Società, oltre al Campionato di cui detiene il diritto sportivo, può iscrivere un numero qualsiasi di squadre ad un qualsiasi altro Campionato a libera partecipazione.

Contributi NAS
Come per le rate, anche per i contributi NAS c’è stata una revisione al ribasso dovuta all’emergenza Covid-19.
All’art.3, infatti, il contributo NAS per i giocatori senior (nati dal 1978 al 1997) sarà di 12.500 € a giocatore se il giocatore verrà tesserato prima dell’inizio della stagione, mentre sarà dimezzato se il tesseramento avverrà a stagione in corso.
Per quanto riguarda invece i giocatori under (nati dal 1998 e seguenti), il contributo sarà differenziato a seconda degli anni di attività giovanile del giocatore che dovrà essere tesserato per la squadra senior.

Nel concludere questo nostro approfondimento fatto di due puntate, vorremmo fare una precisazione alla nostra scelta di realizzare questo speciale.
Abbiamo deciso di analizzare questi documenti che costituiscono fonte certa perchè ci aspettavamo, come in effetti è arrivata, una revisione dei costi verso il basso per sostenere il campionato di A2 rispetto alla scorsa stagione, stante anche l’emergenza sanitaria in cui versa il nostro Paese.
Lungi noi dal voler mettere le pulci verso la nuova proprietà, anzi il nostro augurio è che riesca ad onorare tutti gli impegni e a raggiungere tutti gli obiettivi che si è posta.

Condividi!