Sport

Al “Partenio-Lombardi” di Avellino, la Casertana prima “vince”, poi “perde” ed infine pareggia con la Ternana

Ed alla quarta di campionato arriva per la Casertana anche la prima partita “in casa”. Ma l’esordio avviene senza tifosi sugli spalti a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19 e non al “Pinto” ancora oggetto del “restyling” fortemente voluto dal Presidente Giuseppe D’Agostino con l’apposizione pagata di sua tasca del manto sintetico di ultima generazione.

A causa di ciò il gemellaggio più che quarantennale tra le due tifoserie non si è potuto celebrare nel modo dovuto e da entrambe sperato, ma non sono mancati comunque messaggi via social di stima ed amicizia. Né si è potuto tributare il dovuto omaggio a Salvatore Fernandez, meglio conosciuto come “Formaggino”, noto tifoso della Casertana ritrovato nella giornata di ieri senza vita sul letto della sua casa nella popolare via San Carlo.

Tra i rossoblù, scontata l’assenza di Castaldo e Cavallini alle prese con gli infortuni rimediati nell’infrasettimanale di Potenza, mister Federico Guidi recupera Hadziosmanovic. Debutto in maglia rossoblù per Setola, Icardi, Fedato, Matarese e, da titolare, per Konate. Tra gli ospiti, mister Cristiano Lucarelli fa debuttare in maglia rossoverde Boben e Palumbo schierando Vantaggiato come unica punta del suo 4-2-3-1.

Parte sena timori reverenziali la Casertana che non concede agli avversari neanche il tempo di ragionare e li aggredisce con un pressing asfissiante arrivando facilmente dalle parti di Iannarilli. Al 3’ Izzillo spara dalla distanza chiamando al primo intervento il portiere con una presa a terra. L’estremo difensore cambia repertorio al 6’ bloccando un colpo di testa di Matarese. Passano 2’ e Santoro spedisce di poco alto sulla traversa rossoverde. Al 16’ Fedato parte dalla sinistra si accentra a fa partire un cross non intercettato né dai compagni, né dagli avversari. La Ternana non riesce ad uscire dal guscio e solo al 19’ prova un tentativo verso Dekic ma la sua conclusione si perde a lato. Stessa sorte tocca qualche istante topo ad un diagonale scoccato da Izzillo. Al 24’ buon intervento difensivo di Carillo che riesce a chiudere con un doppio intervento su  Falletti che sfrutta la sua progressione e tenta la conclusione smorzata dal difensore rossoblù. Al 27’ l’azione più pericolosa per la Casertana: una punizione sulla quale si trova pronto all’appuntamento la testa di Izzillo sul quale Iannarilli si produce in un intervento miracoloso che salva il risultato. Ma è il preludio al gol che arriva al 29’ con un rigore trasformato con freddezza da Fedato. Gli umbri sono choccati letteralmente e la Casertana potrebbe chiudere i conti, ma il pallonetto di Cuppone, che riprende una difettosa respinta della difesa ospite, finisce fuori. Al 37’ arriva il raddoppio grazie ad una magistrale punizione di Matarese. Al 40’ è ancora Cuppone di testa a sfiorare il terzo gol. Il primo tempo si chiude coi falchetti sul meritato doppio vantaggio.

Si riparte con una nuova occasione della Casertana con Cuppone che si lancia a rete, ma Iannarilli leggendo i tempi in maniera perfetta, esce fino alla tre quarti per anticiparne la conclusione. Ma la Ternana è tornata in campo rigenerata e si propone in maniera totalmente contrapposta alla prima frazione. Nel giro di 2’ la situazione torna in parità. Prima Falletti trova un gol con la complicità di Dekic (la fotocopia della rete di Cuppone a Potenza) e poi Peralta raccoglie una corta e goffa respinta della difesa per trafiggere ancora il portiere serbo. Al 9’ Cuppone ci prova di testa, ma prima la palla è smorzata da un difensore e poi bloccata da Iannarilli. Altrettanto sfortunata la conclusione di Izzillo poco dopo su affondo di Hadziosmanovic.  Al 23’ ci prova Izzillo con un colpo di testa, ma la sfera finisce alta. Al 28’ Dekic dà il suo contributo su un tiro pericolosissimo di Furlan che il portiere respinge. Al 36’ si libera Partipilo e Dekic replica sul tentativo dell’ex Francavilla. Al 39’ il risultato si ribalta: questa volta la punizione vincente è di Furlan e la Ternana completa la rimonta ai danni dei falchetti per i quali si profila una sconfitta francamente immeritata. La squadra rossoblù non si smarrisce e cerca subito di ristabilire almeno la parità. E ci riesce proprio allo scadere. Ci pensa Cuppone a togliere le castagne dal fuoco a Guidi mettendo a segno il gol del 3-3, un pareggio che forse non accontenta nessuno: la Casertana può recriminare per aver sprecato il doppio vantaggio maturato nei primi 45’ mentre la Ternana ha visto sfumare la vittoria proprio sul filo di lana. Ma tant’è! Ora ci sarà una intera settimana per preparare un’altra partita assai difficile “fuori casa”, contro il temibile “Teramo”.

Queste le dichiarazioni, diffuse sulla pagina FB della Casertana FC e trasmesse in diretta sulle frequenze di Radio PRIMARETE, fatte in conferenza stampa da mister Federico Guidi

 

e, a nome della squadra rossoblù, da Francesco Fedato.

 

CASERTANA – Ternana 3 – 3

CASERTANA (4-3-3): Dekic; Hadziosmanovic, Carillo, Konate, Setola; Icardi (55’ Bordin), Santoro (89’ Petito), Izzillo; Cuppone, Matarese (83’ Varesanovic), Fedato. A disp. Zivkovic, Avella, Buschiazzo, Petruccelli, De Sarlo, Ciriello, Matese, Valeau, De Lucia. All. Federico Guidi

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli; Laverone, Diakité (67’ Russo), Boben, Mammarella (65’ Frascatore); Palumbo, Kontek (59’ Furlan); Peralta (59’ Peralta), Falletti, Torromino (59’ Proietti); Vantaggiato. A disp. Vitali, Damian, Ferrante, Russo, Suagher, Paghera, Raicevic, Salzano. All. Cristiano Lucarelli

ARBITRO: Marco D’Ascanio di Ancona. Assistenti: Giacomo Pompeo Poentini di Pesaro e Simone Teodori di Fermo; IV ufficiale Davide Di Marco di Ciampino)

RETI: 30’ Fedato (C); 37’ Matarese (C); 48’ Falletti (T); 50’ Peralta (T); 84’ Furlan (T); 90’ Cuppone (C)

NOTE: pomeriggio piovoso, terreno in erba sintetica; ammoniti per la Ternana Boben, Kontek, Diakité, Proietti e Falletti; per la Casertana, Konatè ed Izzillo.

***********************************

Consueto appuntamento lunedì pomeriggiodalle ore 19.35 (ed in replica appena inizia il mercoledì alle ore 00.05), sulle frequenze di Radio PRIMARETE (sui 95.00 Mhz in FM, in DAB+ sul canale 10A del mux CREADAB oppure in streaming su pc, tablet, iphone e smartphone dal sito http://www.radioprimarete.it) con “Calcisticamente Parlando”, il magazine condotto in studio da Salvatore Orlando e Cesare Monteleone con il contributo di Giovanni Pasquariello e la regia di Lorenzo Schiavone.

In questa puntata: intervista telefonica in diretta con il sindaco di Caserta, avv. Carlo Marino.

Possono partecipare alla trasmissione anche le ns. ascoltatrici ed i ns. ascoltatori con WhatsApp o sms al 338.99.48.576, mail a diretta@radioprimarete.it oppure msg sulla pagina ufficiale FB di Radio PRIMARETE.

Condividi!