Sport

Decimata dal Covid-19, la Casertana non regge al “Renzo Barbera” contro un Palermo per nulla irresistibile

E’ la prima di quattro partite che la Casertana dovrà disputare in 11 giorni prima dell’interruzione per le festività natalizie che fermerà il campionato di serie C fino al prossimo 10 gennaio. I falchetti scendono giù fino a Palermo per giocare contro una “nobile decaduta” che, con una rinata società dopo il fallimento della precedente passata dalle mani di Maurizio Zamparini a quelle di Flavio Persichini, sta cercando di risalire la china dalla serie D per approdare a campionati più consoni al blasone.

A complicare ulteriormente una trasferta, già di per sé insidiosa per i falchetti, l’esito positivo dei tamponi per il Covid-19 per sette calciatori avvenuto venerdì sera e che ha decimato ulteriormente, oltre agli squalificati ed agli indisponibili, i 22 convocati dall’allenatore Guidi per la gara contro i rosanero, costringendo l’intera squadra a vivere con apprensione l’esito, poi fortunatamente negativo, degli ulteriori tamponi a cui i “superstiti” sono stati costretti a sottoporsi nell’imminenza della partita.

Squalificati Konate (due giornate) ed Icardi (un turno), mister Guidi deve fare a meno anche degli indisponibili Zivkovic, Cavallini, Petruccelli, oltre al “solito” povero Matarese. Poi ci ha pensato il Covid a mettere letteralmente “fuori campo” anche Carillo, Hadziosmanovic, Pacilli, Petito ed il “bomber” Cuppone per cui il mister ha dovuto scegliere gli 11 da schierare inizialmente tra soli 17 convocati. In attacco è Origlia ad affiancare Castaldo mentre il recuperato Fedato va in panchina insieme a Matese. Il centrocampo è affidato a Izzillo, Bordin e Varesanovic mentre Santoro (dopo Avella, il migliore in campo tra i rossoblù) funge da mediano. La difesa è completamente inventata con Ciriello e Buschiazzo centrali mentre sulle fasce vanno a destra Polito ed a sinistra Valeau. Di contro, mister Roberto Boscaglia ha invece “problemi di abbondanza” dovendo solo rinunciare in attacco allo squalificato Saraniti che sarà sostituito dal “watusso” Lorenzo Lucca: a sostenere il n. 17 rosanero Valente e Palazzi che sono preferiti a Silipo e Broh. Solo panchina per Luperini, Santana e Floriano, non al meglio delle condizioni.

Dopo qualche minuto di studio, già al 3′  Avella deve  intervenire in maniera strepitosa per sventare un imperioso colpo di testa di Accardi. Passano pochi istanti e va alla conclusione Odjer con la sfera che si perde a lato. Al 6’ c’è anche il primo squillo di Lucca che devia un bel cross di Crivello, ma anche in questa occasione la porta è distante. Il Palermo preme e nel giro di pochi minuti mette in carniere tre calci d’angolo sugli sviluppi dell’ultimo dei quali Lucca devia in rete, ma la sua azione è viziata da un fallo ai danni di Ciriello. Al 18’ altro intervento, questa volta di piede, di Avella che intercetta un pericoloso tiro-cross di Kanuté sul quale non è pronto nessun rosanero. Altro intervento di Avella di una certa importanza su un nuovo colpo di testa, ancora una volta di Accardo. Ma il portiere casertano non può nulla un minuto dopo quando il Palermo passa: Marconi di testa trova tutto libero Rauti sul vertice destro dell’area piccola ed il diagonale del classe 2000 trafigge la rete rossoblù. La Casertana reagisce subito, approfittando della verve di Polito sulla fascia destra, con qualche interessante traversone che però i compagni non finalizzano. Ci prova Santoro al 24’, ma la conclusione è alta; la Casertana assume decisamente l’iniziativa, specialmente con Origlia che costringe spesso al fallo gli avversari che fanno fatica a contenerlo. Al 39’ Buschiazzo, nel tentativo di contenere un’azione di Lucca, è costretto a rifugiarsi in angolo e, sugli sviluppi, Crivello trova la testa di Lucca la cui deviazione scavalca Avella; buon per la Casertana che sulla traiettoria si ritrova Kanuté che, pur senza toccare la sfera, inficia la regolarità dell’azione. Finisce la prima frazione con la Casertana sotto di un gol, ma i falchetti hanno preso l’iniziativa proprio dopo aver subito la rete di Rauti.

Ad inizio ripresa Biscaglia effettua due cambi, percependo le difficoltà che i suoi incontrano nell’aver ragione dei falchetti. Al 3’ ottima chiusura di Buschiazzo su Valente che, entrato in area, si stava facendo minaccioso dalle parti di Avella. Al 12’ Origlia ruba palla a Luperini, serve Castaldo che appoggia per l’accorrente Santoro la cui conclusione s perde altissima. Il Palermo riprende a pressare, ma la difesa della Casertana regge, anche se in due occasioni al 18’ prima Lucca si fa respingere un tiro ravvicinato dal solito superbo Avella e subito dopo Rauti spedisce a lato, da buona posizione, una palla lisciata da attaccanti e difensori. La Casertana sembra sulle gambe e non ha più la sostanza per tentare di arginare le folate rosanero, Guidi se ne accorge e corre ai ripari, inserendo forze fresche. Ma al 25’ il Palermo raddoppia: se ne va sulla tre quarti Rauti che apre per Valente il cui cross dalla fascia sinistra trova nell’area di porta la testa dell’indisturbato Lucca che non sbaglia e sigla il 2-0. La Casertana è KO. La partita si innervosisce e, a seguito di una mini rissa a centrocampo, Marconi (giustamente!) e Buschiazzo (scioccamente!) guadagnano il cartellino rosso. Per il difensore rossoblù si tratta della seconda espulsione che lo porta ad affiancare in questa particolare classifica il compagno di squadra Konate. Guidi cerca di riaprire la partita inserendo anche Fedato, dopo l’infortunio che ha indotto l’attaccante a saltare le ultime partite, ma a questo punto la squadra di casa si limita a gestire il possesso palla e, con esso, il doppio vantaggio E’ proprio il nuovo entrato a chiamare in causa per la prima volta Pelagotti con un fendente che il portiere neutralizza in angolo stendendosi alla sua destra. E’ l’ultimo, disperato, canto del cigno! L’arbitro ordina 5’ di recupero durante i quali il Palermo cerca qualche veloce ripartenza, favorito dalla voglia della Casertana di trovare almeno il gol della bandiera. Ma ad 1‘ dalla fine è ancora Avella ad intervenire in modo più che egregio su Valente, evitando la terza capitolazione. Persa la sfida del “Barbera“, adesso i falchetti sono costretti a riprendere nell’immediato energie mentali e fisiche per affrontare al meglio la trasferta di mercoledì 16 a Bisceglie (calcio di inizio alle ore 15.00) in quello che sarà un vero e proprio “scontro-salvezza“. Sempre nella speranza che la pandemia non metta ko qualche altro giocatore.

Queste le dichiarazioni rilasciate nel dopopartita da mister Federico Guidi:

https://www.facebook.com/casertanafootballclub/videos/2839002553091923

e, a nome della squadra, da Gigi Castaldo:

https://www.facebook.com/casertanafootballclub/videos/1526344337553618

Palermo – CASERTANA 2 – 0

PALERMO (4-2-3-1): Pelagotti; Accardi (74’ Doda), Somma, Marconi, Crivello; Palazzi (46’ Luperini), Odjer (46’ Broh); Kanuté, Rauti (76’ Lancini), Valente; Lucca ((88’ Santana). A disp. Fallani, Matranga, Floriano, Martin, Silipo, Peretti. All. Roberto Boscaglia

CASERTANA (4-3-2,1): Avella; Polito (69’ Setola), Buschiazzo, Ciriello, Valeau; Izzillo, Santoro, Bordin (55’ Matese); Varesanovic, Origlia (80’ Fedato); Castaldo (69’ De Sarlo). A disp. Dekic, Fedato, De Lucia. All. Federico Guidi

ARBITRO: Francesco Cosso di Reggio Calabria (Assistenti: Giorgio Rinaldi e Claudio Barone di Roma 1; IV Ufficiale: Luigi Catanoso di Reggio Calabria)

RETI: 19’ Rauti; 26’st Lucca

NOTE: pomeriggio piovoso e ventoso, terreno in buone condizioni; partita disputata in assenza di pubblico; osservato ad inizio partita un minuto di silenzio in memoria di Paolo Rossi; angoli 14-6 per il Palermo; ammoniti Palazzi (28’), Odjer (29’),  Marconi (49’); Luperini (74’) e  Doda (76’) per il Palermo, Origlia (30’) per la Casertana; espulsi al 75’ Buschiazzo per fallo di reazione e Marconi per doppia ammonizione; recupero pt 1’ e st 5’.

***********************************

Consueto appuntamento lunedì pomeriggiodalle ore 19.35 (ed in replica appena inizia il mercoledì alle ore 00.05), sulle frequenze di Radio PRIMARETE (sui 95.00 Mhz in FM, in DAB+ sul canale 10A del mux CREADAB oppure in streaming su pc, tablet, iphone e smartphone dal sito http://www.radioprimarete.it) con “Calcisticamente Parlando”, il magazine condotto in studio da Salvatore Orlando e Cesare Monteleone con il contributo di Giovanni Pasquariello e la regia di Lorenzo Schiavone.

Possono partecipare alla trasmissione anche le ns. ascoltatrici ed i ns. ascoltatori con WhatsApp o sms al 338.99.48.576, mail a diretta@radioprimarete.it oppure msg sulla pagina ufficiale FB di Radio PRIMARETE.

 

Condividi!