Sport

Stavolta la Casertana non riesce a ribaltare il risultato al “Pinto”: finisce in parità con il fanalino di coda Altamura

Dopo la beffa di Locorotondo contro il Fasano, i falchetti di mister Maiuri tornano allo Stadio “Pinto” per incontrare un’altra formazione pugliese, l’Altamura che nelle prime due partite di campionato non ha racimolato neanche un punto. Sembra pertanto essere l’occasione ideale per ritornare alla vittoria anche se la squadra pugliese, allenata dall’ex Pezzella, non va assolutamente presa “sottogamba”. E’ la prima partita di un ciclo che porterà la Casertana a giocarne sei in 21 gg. il che non è proprio l’ideale per una squadra a corto di preparazione fisico-atletica. Infatti, dopo quella odierna, nell’immediato la formazione rossoblù sarà impegnata mercoledì 6 ottobre a Bisceglie per poi tornare al Pinto domenica 10 contro il Casarano. Occorre una “iniezione” di fiducia ed entusiasmo che riesca a coinvolgere anche quella tifoseria ancora non rientrata appieno accanto ai falchetti.

Indisponibile Pambianchi, Mauri deve ricorrere deve ricorrere ancora al turn-over per non stressare i calciatori a disposizione senza una adeguata forma fisico-atletica, esponendoli a non auspicabili infortuni. Centrali di difesa saranno Di Somma e capitan Rainone, in avanti ancora Liccardi sostenuto sulle fasce da Cusumano e Sambou, In panchina l’ultimo acquisto rossoblù Sansone. Dopo il derby perso con il Gravina, mister Pezzella punzecchia i suoi cambiando metà squadra e schiera, tra gli altri, l’ex-Mattera a centrale difensivo

La partita inizia con ritmi sostenuti, ma di tentativi veri e propri non ve ne sono per nessuna delle due squadre per i primi dieci minuti. Al 12’ è l’Altamura che ci prova con Tedesco contrato in angolo da Rainone; dalla bandierina si sviluppa un’altra azione che porta ancora l’attaccante ospite a concludere debolmente con Trapani che fa sua la sfera. La partita si sblocca al 24’ per merito della formazione ospite: un tentativo di attacco da parte di Tedesco viene a stento contenuto dalla difesa rossoblù e, dopo uno sbilenco rinvio, il pallone viene raccolto da Baradje sul vertice sinistro dell’area di Trapani e, da lì, fa partire un “bolide” con la palla che va a sbattere sul montante di sinistra del portiere locale e si insacca. Sulle ali dell’entusiasmo la squadra di Pezzella si mantiene ancora nella metà campo della Casertana e ci prova Zerbo con un tiro dal limite che finisce però lontano dai pali. La reazione della Casertana stenta ad arrivare e per Mattera e compagni è normale amministrazione stroncare sul nascere i velleitari tentativi avversari. Timido e prevedibile anche il tentativo di Feola che, dopo essersi liberato di un avversario, chiama Giuliani ad una presa comoda e centrale. Dopo la mezz’ora la Casertana comincia a giocare cercando di imbastire qualcosa di buono sfruttando la fascia sinistra dove Monti e Feola a turno si portano sul fondo per confezionare preziosi servizi per Liccardi che però viene sempre anticipato dalle uscite di Giuliani. Al 40’ Vacca conquista un calcio di punizione dopo una insistita percussione di Sambou e si vede respingere il tentativo dal portiere ospite. I falchetti cercano di pervenire al pareggio entro i primi 45’, ma ogni tentativo risulta vano, anzi è l’Altamura a rendersi pericolosa in contropiede, sempre con Tedesco che, dopo essersi liberato di Di Somma, spara alto sulla traversa di Trapani. Si va al riposo sperando che serva ai falchetti per recuperare le energie e proporre un secondo tempo diverso.

Si torna in campo con gli stessi 22 che hanno chiuso il primo tempo. Al 5’, a seguito di uno scontro di gioco, resta a terra Sambou e Maiuri decide di anticipare la sostituzione che fosse avrebbe voluto fare più tardi: debutta in maglia rossoblù Giovanni Sansone che va a dar man forte a Liccardi in avanti. Al 9’ ci prova Cusumano da fuori, ma la sua palla si perde distante dall’incrocio sinistro di Giuliani. Al 18’ lo stesso giovane attaccante penetra in area ed è falciato da Mattera, ma il direttore di gara Cevenini interpreta l’intervento al contrario e sanziona Cusumano col giallo per simulazione. Ora la Casertana pressa in continuazione per pervenire al pareggio ed occupa costantemente la metà campo avversaria anche se i pugliesi cercano di spezzare, anche con azioni al limite del regolamento, l’assedio rossoblù. Al 24’ Monti fa partire un cross verso la porta ospite e Giuliani respinge goffamente sui piedi di Liccardi per poi bloccare da terra il tap-in dell’attaccante. Il portiere pugliese si esalta alla mezz’ora quando va togliere dal sette un colpo di testa di Sansone mentre già il Pinto gridava al pareggio. Ancora Giuliani chiamato all’opera da Vicente che su punizione lo impegna in una respinta che Liccardi non riesce a sfruttare adeguatamente. Ma sono solo le prove generali per il pareggio: corre il 36’ quando una nuova punizione, questa volta battuta da Monti, trova pronto alla deviazione Liccardi che spedisce nell’angolo dove il portiere non può arrivare. Non succede più nulla neanche nei sei minuti di recupero, nonostante un tentativo di Vicente da molto lontano che però non centra neanche lo specchio della porta. La partita termina qui con un pareggio tutto sommato giusto, ma dal retrogusto amarognolo per i falchetti.

Queste le dichiarazioni rilasciate, in sala stampa a fine partita, da Mister Vincenzo Mauri e, in rappresentanza della squadra, dal centrocampista Bruno Leonardo Vicente:

https://www.facebook.com/casertanafootballclub/videos/424057352670788

CASERTANA – Altamura 1-1

CASERTANA (4-3-3): Trapani, Tufano, Rainone, Di Somma, Monti; Vacca (88’ Carannante), Feola (72’ Mansour), Chinappi (62’ Vicente); Cusumano (72’ Maresca), Liccari, Sambou (51’ Sansone). A disp. Sarracino, Felleca, Nicolau, Capitano. All. Maiuri

ALTAMURA (3-4-3): Giuliani, Barg, Mattera, Sales; Baradji, Clemente, Cancelliere (55’ Massaro), Monaco; Tedesco (75’ Kabine, Zerbo (55’ Caruso), Ziello. A disp. Spina, De Vivo, Romano, Russotto, Molinaro, Errico. All. Luigi Pezzella

ARBITRO: Fabio Cevenini di Siena. Assistenti: Matteo Lauri di Gubbio e Simone Piomboni di Città di Castello)

RETI: 24’ Baradji (Alt.); 36’st Liccardi (CE)

NOTE: pomeriggio caldo, terreno in perfette condizioni; spettatori 450 circa di cui una settantina provenienti dalla Puglia; osservato ad inizio gara un minuto di raccoglimento in memoria del giovane calciatore di Pietramelara Daniel Leone, prematuramente scomparso nei giorni scorsi; angoli 6-5 per la Casertana; ammoniti Tedesco e Clemente per l’Altamura, Cusumano per la Casertana; recupero pt 2’ e st 6’.

************************************

I risultati delle altre casertane:

Girone F: Aurora Alto Casertano – Pineto 0-4 (30′, 42’st e 44’st Barlafante – 40′ Pepe)

                  Vastogirardi – Matese 1-1 (Ricamato (M) – Guida (V))

Girone G: Gladiator – Sassari Calcio 1-1 (Varela (G) – Cannas (S))

Girone I: Real Aversa – Giarre 1-0 (14′ Russo)

************************************

Consueto appuntamento lunedì pomeriggiodalle ore 19.35 (ed in replica appena inizia il mercoledì alle ore 00.05) sulle frequenze di Radio PRIMARETE (sui 95.00 Mhz in FM, in DAB+ sul canale 10A del mux CREADAB oppure in streaming su pc, tablet, iphone e smartphone dal sito http://www.radioprimarete.it) con “Calcisticamente Parlando”, il magazine condotto in studio da Salvatore Orlando e Cesare Monteleone e la regia di Lorenzo Schiavone.

Possono partecipare alla trasmissione anche le ns. ascoltatrici ed i ns. ascoltatori con WhatsApp o sms al 338.99.48.576, mail a diretta@radioprimarete.it oppure msg sulla pagina ufficiale FB di Radio PRIMARETE.

Condividi!