Caserta Cultura

Cittadini e pubblica amministrazione: l’App “IO” arriva sul Comune di Caserta per rendere i servizi digitali più efficaci

Il Comune di Caserta sbarca su “IO”, l’applicazione dei servizi pubblici sviluppata per dispositivi mobili che mira ad agevolare la relazione tra i cittadini e la pubblica amministrazione per rendere i servizi digitali più efficaci.

L’obiettivo dell’app è quello di diventare un punto di accesso unico per interagire, a partire dal proprio smartphone, in modo semplice e sicuro con i servizi pubblici locali e nazionali.

Accedendo all’app che molti cittadini hanno già scaricato per l’utilizzo del cashback, per il bonus vacanze o per visualizzare il green pass, da oggi sarà possibile trovare una serie di servizi in fase di attivazione forniti dal Comune di Caserta: avvisi di scadenze validità pass Ztl, disabili e parcheggio residenti, informazioni sulla viabilità cittadina, su servizi cimiteriali e su scadenze di pagamento.

Per iniziare a usare IO, ogni cittadino deve registrarsi all’app e autenticarsi con le proprie credenziali SPID o, in alternativa, con la Carta d’Identità Elettronica (CIE) abbinata al PIN.

In seguito alla prima registrazione, si potrà accedere all’app più facilmente digitando il PIN scelto dal cittadino o tramite riconoscimento biometrico (impronta digitale o riconoscimento del volto: i dati biometrici sono conservati criptati solo all’interno del dispositivo dell’utente, non vengono in nessun modo inviati o salvati in altri contesti).

Nell’ultima seduta di Giunta Comunale, inoltre, è stata approvata una delibera che definisce l’adeguamento ed il potenziamento dell’infrastruttura tecnologica dell’ente con lo scopo di procedere, successivamente, al trasferimento in cloud di tutti gli applicativi gestionali in uso presso gli uffici comunali che, al momento, risiedono ancora su un server fisico.

Il progetto sarà implementato grazie alle risorse finanziarie stanziate dal Governo sul “Fondo per l’esercizio delle funzioni fondamentali degli Enti Locali” per l’anno 2021, in riferimento all’emergenza COVID-19.

Il cambiamento nelle modalità di offerta dei servizi e della domanda dei servizi stessi rende necessario, infatti, adeguare le dotazioni informatiche, hardware, software e digitali, affinché i procedimenti amministrativi possano essere conclusi efficacemente e nei tempi previsti anche da remoto.

Condividi!