Sport

La Casertana riesce finalmente a “frenare l’emorragia” travolgendo il Sorrento al “Pinto”

Reduce dall’ennesima sconfitta sul campo di una delle pretendenti al salto di categoria, la Casertana di mister Maiuri è chiamata, dopo le tre inopinate ed inaspettate sconfitte consecutive, a tentare di “frenare l’emorragia” tra le mura amiche affrontando un Sorrento coriaceo e capace di mettere in difficoltà qualsiasi avversario. Ma i falchetti sono chiamati a dimostrare, prima di tutto a se stessi oltre che ai tifosi, di essere capaci a ritornare la squadra che punta alla vittoria finale del campionato, senza perdere ulteriore terreno dall’attuale vetta della classifica. La giornata di sole sembra incitare la tifoseria a presentarsi sugli spalti per incitare i rossoblù, ma le tre sconfitte consecutive hanno disorientato la tifoseria acuendo i sopiti malumori di inizio campionato per cui sono ben pochi quelli che hanno voglia di stare al “Pinto”. Ora non si può più sbagliare! E questo, nella Casertana FC, lo sanno oramai tutti.

Recuperato pienamente dall’infortunio, Maiuri decide di far esordire in campionato Bovienzi tra i pali il che gli permette una maggiore libertà nel ruotare gli under. In campo, confermati Chinappi e Carannante mentre Maresca, al rientro dalla squalifica, va in panchina. In attacco confermato D’Ottavi con Mansour e Favetta, reduce dai due turni di squalifica mentre Liccardi torna in panchina. Mister Renato Cioffi, ex-rossoblù, conferma l’11 che ha battuto il Bisceglie con l’unica eccezione di Cassata al posto di Tedesco che affiancherà il terminale offensivo Iadaresta. In panchina Francesco Pio Petito, l’unico ex rossoblù, acquistato nei primissimi giorni del calciomercato di dicembre

Pronti via e c’è un fortuito scontro tra Vicente e Iadaresta che restano a terra per qualche minuti e si rende necessario l’intervento dei sanitari per soccorrere i due atleti: tra l’altro Iadaresta rientra in campo con una vistosa fasciatura al capo. Le due squadre si affrontano prevalentemente a centrocampo con vistose difficoltà di superarsi vicendevolmente. Al 13’ scocca la scintilla sulla fascia sinistra: Monti si avventura in un’azione che conclude con un tiro verso la porta, la palla attraversa l’area ed arriva sulla zona opposta dove Mansour di prima intenzione calcia dal basso verso l’alto bucando la porta di Volzone. La reazione ospite è praticamente inesistente e favorisce il ragionamento rossoblù, che nell’arco di 2’ dal 20’ al 22’ mettono in ghiaccio il risultato. Prima un’azione ben manovrata che parte dal cerchio di centrocampo con Vicente e Feola che verticalizza e trova D’Ottavi pronto a raccogliere battendo Volzone. Quindi un altro cross di Monti dalla sinistra trova puntale alla deviazione di testa ancora Mansour che angola bene la traiettoria e porta a tre le reti della Casertana. Cioffi capisce che non è un buon pomeriggio per la sua squadra ed alla mezz’ora cambia tre elementi del suo undici tra cui Iadaresta che probabilmente non si è ripreso dallo scontro verificatosi al 1’. La prima occasione per gli ospiti arriva al 39’ su calcio di punizione con il neo entrato Gargiulo che colpisce la traversa, ma l’azione è stata vanificata dalla posizione irregolare di un compagno. Nei minuti di recupero c’è un tentativo di La Monica che, incocciando su uno stinco di un difensore rossoblù, sta per ingannare Bovenzi che retrocedendo riesce a bloccare la sfera. Si va al riposo su un “confortante” 3-0 per i rossoblù.

La ripresa si apre senza altre sostituzioni dopo le tre operate da Cioffi alla mezz’ora del primo tempo. Il Sorrento sembra essere rigenerato dalla strigliata, ma dopo qualche scaramuccia iniziale, la Casertana riprende immediatamente il comando delle operazioni. Monti conquista un angolo che va a battere egli stesso pescando sul primo palo la testa di Pambianchi la cui perentoria deviazione non concede scampo a Volzone. Sul 4-0 la partita va in ghiaccio e la casertana si limita a controllare i tentativi dei rossoneri per arrivare al “gol della bandiera”. Al 19’ Mezavilla chiama alla respinta Bovenzi che poi riesce ad intercettare anche la successiva conclusione di Gargiulo. Paga del punteggio, la Casertana rallenta i ritmi del gioco lasciando spesso l’iniziativa al Sorrento che però non ha nelle gambe la spinta necessaria per impensierire i rossoblù. Brividi rossoblù al 35′ per un’altra traversa colpita da Gargiulo e, al rientro in campo della sfera, Mezavilla non riesce nel tap-in vincente. Nei minuti finali il Sorrento viene avanti alla ricerca insistita del gol concedendo ampi spazi ai falchetti che con Vicente chiamano alla respinta a terra il portiere Volzone. Ma il risultato non cambia più ed i falchetti ritornano finalmente a vincere. Ora sono chiamati a confermarsi domenica prossima in trasferta contro l’ostica Rotonda.

Queste le dichiarazioni, rilasciate a fine partita nella Sala Stampa “Mario Iannotta” dello stadio “A. Pinto” e trasmesse in diretta dalle frequenze di Radio PRIMARETE, da Mohamed Mansour e Gabriel D’Ottavi in rappresentanza della squadra e da mister Vincenzo Mauri:

https://www.facebook.com/casertanafootballclub/videos/1098005857405870

CASERTANA – Sorrento 4 – 0

CASERTANA (4-3-3): Bovenzi; Chinappi, Di Somma, Pambianchi, Monti; Feola (63’ Maresca), Vicente, Carannante (87’ Criscuolo); Mansour (87’ Cusumano), Favetta (72’ Liccardi), D’Ottavi (77’ Rossi). A disp. Trapani, Felleca, Sambou, Cusumano, Criscuolo, Capitano. All. Vincenzo Maiuri

SORRENTO (3-5-2): Volzone; Manco (31’ Tedesco), Mezavilla, Mansi; Rizzo, La Monica, Virgilio, Carrotta (31’ Marciano), Romano (74’ Cacace); Cassata (61’ Petito), Iadaresta (31’ Gargiulo). A disp. Del Sorbo, Ferraro, Sannino, Acampora. All.: Renato Cioffi

ARBITRO: Fabrizio Ramondino di Palermo (Vincenzo Abbinante di Bari e Vincenzo Andreano di Foggia)

RETI: 13’ e 22′ Mansour, 20’ D’Ottavi, 8’st Pambianchi

NOTE: pomeriggio autunnale senza pioggia, temperatura mite, terreno in perfette condizioni; spettatori circa 300 con una cinquantina di tifosi ospiti; angoli 3-2 per il Sorrento; ammonito Carannante (S); recupero pt 3’ e st 3’

***********************************

I risultati delle altre casertane di serie D:
Girone F: AURORA ALTO CASERTANO – Chieti 1-2 (6′ Romeo (A); 16′ Siracusa (C), 15’st Consorti (C))

……………….Recanatese – MATESE 4-0  (17′ e 31′ Defendi, 19′ Senigalesi, 20’st (r) Sbaffo)

Girone G: Arzachena – GLADIATOR 3-1 (42′ (r) Pinna (A), 45′ Caruso (G), 9’st Manca (A), 45’st Caccori (A))
Girone I: REAL AGRO AVERSA – Sant’Agata 0-0

************************************

Consueto appuntamento lunedì pomeriggiodalle ore 19.35 (ed in replica appena inizia il mercoledì alle ore 00.05) sulle frequenze di Radio PRIMARETE (sui 95.00 Mhz in FM, in DAB+ sul canale 10A del mux CREADAB oppure in streaming su pc, tablet, iphone e smartphone dal sito http://www.radioprimarete.it) con “Calcisticamente Parlando”, il magazine condotto in studio da Salvatore Orlando e Cesare Monteleone e la regia di Vincenzo Gazzillo.

Possono partecipare alla trasmissione anche le ns. ascoltatrici ed i ns. ascoltatori con WhatsApp o sms al 338.99.48.576, mail a diretta@radioprimarete.it oppure msg sulla pagina ufficiale FB di Radio PRIMARETE.

Condividi!