Sport

Il Fasano passa al “Pinto” battendo una Casertana in “caduta libera” che continua sempre più a “sbriciolarsi”

Prima partita del 2022 della Casertana tra le “mura amiche” del Pinto ove manca dallo scorso 22 dicembre quando fu “impallinata” dal Molfetta che vinse per 4 a 2; Da allora è passato più di un mese, ma la “storia” non è affatto cambiata: a parte la vittoria su rigore all’ultimo secondo a San Giorgio a Cremano da parte di una squadra che comunque ha mostrato enormi difficoltà nello stare in campo con una costruzione del gioco sufficiente, per i falchetti vi è stata la sconfitta di Nola che ha riportato nuovamente alla ribalta le  ben note deficienze tecnico-tattiche, annichilendo anche quella parte della tifoseria comunque vicina, nonostante tutto, alla squadra. Logico attendersi una presenza ben scarsa sugli spalti del “Pinto” per questo impegno infrasettimanale che già di per sé, dato l’orario impossibile per chi lavora, tende a limitare fortemente la presenza di spettatori. Inoltre l’impegno è di quelli proibitivi per “questa” Casertana: di scena nell’impianto di viale Medaglie d’Oro c’è infatti il Fasano, una delle squadre più in forma del momento, specie da quando in panchina c’è mister Ciro Danucci che ha letteralmente cambio volto (e classifica, portandola decisamente in zona play-off) della squadra pugliese, reduce dal pareggio conquistato domenica scorsa con la capolista Cerignola, agguantato al 6’ di recupero. Insomma, in una splendida giornata della “Canderola” piena di sole, spira purtroppo un “vento” non di ottimismo sui rossoblù.

Mister Maiuri deve fare i conti con la partenza verso Monopoli di Pambianchi e le contemporanee indisponibilità di Di Somma e Tufano il che lo “costringe” a schierare in difesa Colacicchi a destra, Monti a sinistra con Rainone e Salto centrali. A centrocampo rientra lo squalificato Maresca a fare trio con Vicente e Vacca mentre il giovane Adessi è preferito per fare coppia sulle fasce laterali con Mansour a supporto della punta centrale Favetta. Ancora panchina per Sansone e Felleca, il più in forma dei suoi al momento. Mister Dinucci invece rivolta “come un guanto” la sua squadra rispetto all’11 schierato contro il Cerignola. Costretto a fare a meno in difesa di Gorzelewsky, conferma Del Sol e Camara così come Capomaggio e Corvino a sorreggere il terminale offensivo Sosa.

La Casertana sembra ben disposta e nell’arco di pochi minuti va due volte alla conclusione: al 2’ Favetta dalla sinistra fa partire un tiro cross che Ceka devia in angolo e al 5’ Vicente tenta un tiro dalla distanza che si perde a lato. Gli ospiti però non stanno a guardare e ribattono colpo su colpo anche se non impensieriscono mai Carotenuto. Al quarto d’ora azione avvolgente degli ospiti che la difesa rossoblù riesce a fermare in angolo: lo spiovente di Corvino dalla bandierina trova impreparato Carotenuto che non riesce a smanacciare la sfera che viene raccolta da Bianco e depositata in rete per il più facile dei tap-in. La reazione locale arriva al 20’ con un colpo di esta di Favetta su cross di Monti, ma la sfera finisce fuori di poco. Bisogna attendere il 35 per vedere un altro tentativo rossoblù verso la porta del Fasano: ne è autore Vacca con un tiro centrale che Ceka fa suo senza problemi. Invece problemi grossi sull’altra sponda per Carotenuto trafitto per la seconda volta da un calcio di punizione di Corvino che indovina l’incrocio dei pali alla sua sinistra. Gli ospiti sono ancora pericolosi al 40’ con un rilancio che porta Sosa davanti a Carotenuto che riesce ad anticipare di un soffio l’attaccante con il colpo di Forbes finisce alta. Al 2’ di recupero Favetta ha una grossa occasione, ma sottomisura fallisce il più facile dei gol, forse anche perché spostato leggermente da un difensore avversario. Il gol fallito da Favetta è lo “specchio” di una Casertana misera di idee e gioco che fa mesto ritorno negli spogliatoi.

La ripresa si apre con una novità: Maiuri butta nella mischia Sansone in sostituzione di Vacca passando quindi al 4-2-3-1 con la speranza di riacciuffare il risultato. Ma il tentativo non sortisce gli effetti sperati per cui sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi con una conclusione che finisce di poco a lato della porta di Carotenuto. Al 4’ Sansone si fa vedere subito con un calcio di punizione al 4’, ma Ceka devia in angolo. La Casertana cerca di premere, ma le sue azioni risultano poco incisive, la difesa biancazzurra regge l’urto e Ceka ferma in uscita Favetta quando il bomber di casa ha una piccola possibilità di perforarlo. Maiuri inserisce anche Felleca al 12’ e qualche istante dopo il Fasano perde Del Col per somma di ammonizioni. Al quarto d’ora la Casertana ottiene un calcio di rigore grazie a Felleca che viene strattonato in area. Sul dischetto si porta ancora Favetta che questa volta non sbaglia e la gara si riapre. Al 26’ una punizione di Vicente viene deviata da un difensore in angolo dando l’impressione agli spalti di un clamoroso autogol. La Casertana insiste ancora alla ricerca del pareggio ed al 27’ un bel cross di Monti mette Mansour davanti a Ceka che riesce a neutralizzare il tentativo. Al 32’ il doppio vantaggio biancazzurro viene ristabilito: una punizione di Losavio pesca in piena area la testa precisa e puntuale di Capomaggio che anticipa tutta la difesa rossoblù e trafigge ancora Carotenuto. La partita finisce qui con la Casertana che si spegne. Al 43’ il Fasano potrebbe anche dilagare, ma Losavio, dopo essersi fatto oltre metà campo da solo, dribbla anche il portiere, ma poi, in eccesso di foga, non riesce a battere a rete e Carotenuto rinviene e gli toglie la sfera. L’ultimo sussulto è di D’Ottavi che colpisce la traversa piena coi falchetti che reclamano un gol che a nulla sarebbe effettivamente servito. Al triplice fischio arbitrale la settima sconfitta per la Casertana nelle ultime nove partite giocate “è servita” con i pochi supporters presenti che, più che protestare, abbandonano il “Pinto” con un silenzio che vale più di mille “urla”.

Queste le dichiarazioni rilasciate a fine partita dal “capitano” della squadra Pasquale Rainone e dal mister Vincenzo Maiuri 

https://www.facebook.com/casertanafootballclub/videos/281251997431965

CASERTANA – Fasano 1 – 3

CASERTANA (4-3-3): Carotenuto; Colacicchi (80 D’Ottavi), Salto, Rainone, Monti; Vacca (46’ Sansone), Vicente, Maresca; Mansour, Addessi (57’Sansone), Favetta. A disp. Trapani, Felleca, Sansone, Rossi, Feola, Criscuolo, Nicolau, D’Ottavi, Carannante. All. Vincenzo Maiuri

FASANO (4-2-3-1): Ceka; Del Col, Camara, Callegari, Bianco; Capomaggio, Losavio (61’ Calabra); Forbes, Corvino (61’ Richella), Lezzi (74’ Bernardini); Sosa. A disp. Suma, Taddeo, Quaranta, Convertino, Richella, Calabria, Calemme, Battista. All. Ciro Danucci.

ARBITRO: Alessio Marra di Mantova. Assistenti: Luca Chiavaroli di Pescara e Giuseppe Bosco di Lanciano

RETI: 16’ Bianco (F); 37’ Corvino (F); 15’st (r) Favetta (CE); 32’st Capomaggio (F)

NOTE: pomeriggio luminoso, terreno in perfette condizioni; spettatori 150 circa di cui una trentina provenienti da Fasano; angoli 5-5; ammoniti Vicente e Colacicchi per la Casertana, Richella e Ceka per il Fasano; espulso al 13’st Del Col (F) per doppia ammonizione.

***********************************

I risultati delle altre casertane di serie D:
Girone F:   MATESE – Trastevere 2 – 2 (recupero 17esima giornata)

(15′ (r) Fioretti (T), 17′ Napoletano (M), 34’st Monni (T), 43’st Ricamato (M))

Girone I:  REAL AGRO AVERSA – Sancataldese 1 – 1
(19′ (r) Lamonica (A), 6’st (r) Palistreri (S). Al 51’st Chianese (A) ha sbagliato un calcio di rigore)

************************************

Appuntamento domenica pomeriggio sulle frequenze di Radio PRIMARETE (sui 95.00 Mhz in FM, in DAB+ sul canale 10A del mux CREADAB oppure in streaming su pc, tablet, iphone e smartphone dal sito http://www.radioprimarete.itdalle ore 14.20, con “Diretta Stadio Calcio”, il magazine su tutto il calcio casertano di serie D (Aurora Alto Casertano, Matese FC, Gladiator, Casertana FC e Real Agro Aversa) con aggiornamenti, flash dai vari campi, risultati e classifiche, condotto in studio da Vincenzo Gazzillo, Piero Maiello e Cesare Monteleone con i contributi in diretta di Sante Roperto e Salvatore Orlando.

Possono partecipare alla trasmissione anche le ns. ascoltatrici ed i ns. ascoltatori con WhatsApp o sms al 338.99.48.576, mail a diretta@radioprimarete.it oppure msg sulla pagina ufficiale FB di Radio PRIMARETE.

Condividi!