Raid vandalico al Parco Don Diana. Picierno: “ Fatto gravissimo”

“E’  gravissimo che nonostante la massiccia presenza di forze di polizia in tutto il circondario un luogo simbolo della rinascita e del riscatto civile, non venga adeguatamente tutelato da questi gesti vigliacchi e insensati. Lo Stato ha il dovere di garantire un’efficace azione preventiva che metta al sicuro un bene importante per tutti i cittadini casalesi, ottenuto dopo anni di battaglie e impegno civico.”
Lo ha detto la parlamentare PD Pina Picierno,  in seguito all’ennesimo raid vandalico avvenuto stanotte nel parco dedicato a Don Peppe Diana, il prete ucciso dalla camorra il 19 marzo 1994 a Casal di Principe.
La stessa Picierno, in seguito all’ennesimo episodio di vandalismo accaduto lo scorso 25 novembre, aveva presentato un’interrogazione parlamentare al Ministro dell’Interno Cancellieri.
“E’ veramente assurdo- ha continuato la parlamentare democratica- che una città sottoposta a controlli massicci di forze dell’ordine e apparati militari, debba sopportare tale scempio  e offesa. Non si può abbassare la guardia proprio ora, un momento delicato e pericoloso , poiché  i clan tendono a riorganizzarsi e a dimostrare il proprio predominio in seguito  l’arresto del boss Zagaria”

Condividi!

Contact Us

[shortcode]